il network

Giovedì 23 Novembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

La MOSTARDA
Un fantastico concentrato di “archeologia alimentare” sulle nostre tavole

La MOSTARDA

 

Blog


CASTELVETRO PIACENTINO

Rinasce la Rimini del Po

Piscine e ombrelloni al Ponticello: trattative Comune-privati

Rinasce la Rimini del Po

Il lido nato sul Po negli anni settanta

CASTELVETRO — Ombrelloni, lettini e asciugamani stesi a terra, spazi per il ristoro e per iniziative di svago, gente che prende il sole o che fa il bagno anche se solo in piscina: rivedere così la mitica spiaggia del Ponticello, lungo il fiume Po, potrebbe presto essere realtà.

Il Comune sta infatti trattando con privati per un grande progetto di riqualificazione e valorizzazione dell’area che negli anni ‘70-’80 rappresentava la ‘Rimini’ della Bassa. Se tutto andrà per il meglio durante l’estate 2015 chi non avrà la possibilità di spostarsi verso le isole o la riviera romagnola, potrà trovare un angolo di relax e divertimento a pochi chilometri da casa. 

«L’idea è quella di potenziare a livello turistico il tratto di Grande fiume di Castelvetro attrezzando la zona con vari servizi — spiega il sindaco Luca Quintavalla —, era uno dei punti del nostro programma elettorale e la condizione imprescindibile è che ciò possa avvenire senza oneri pubblici, dunque senza spese a carico del Comune. Stiamo effettivamente trattando con alcuni investitori privati seriamente interessati e allo stesso tempo abbiamo preso contatti con il demanio e con l’Aipo, per capire come si può procedere visto che l’area in questione è fluviale. Potrebbe essere realizzata anche una piscina, visto che il Po non è balneabile. E’ ormai chiaro che il discorso è rimandato al 2015, ci sono ancora alcuni punti interrogativi quindi preferisco non entrare troppo nel merito del progetto. Preciso comunque che non è in previsione una discoteca (in paese si vociferava al riguardo, ndr) e che il piano riguarda l’area dello spiaggione»

In pratica la zona a cui si accede qualche metro dopo il bar (che non subirà modifiche) e che al momento è semisommersa dal Po. La spiaggia ‘riemerge’ quando il fiume è in secca, ma trasportando sabbia la riva potrebbe essere utilizzata per un periodo di tempo più lungo. In che modo verrebbe attrezzata la spiaggia è ancora da stabilire, ma non mancheranno ombrelloni così come spazi per lo sport all’aria aperta. Un’iniziativa simile era stata intrapresa nel 2012 a Piacenza, con lo stabilimento balneare ‘Molo 11’. L’idea castelvetrese sarebbe simile, con un’attenzione particolare al turismo. E stando ad indiscrezioni gli accordi sarebbero in dirittura d’arrivo.

23 Luglio 2014