il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Rischio crolli e presenza di amianto, stabile sotto sequestro

Intervento del Noe in viale Trento e Trieste, transenne e sigilli

Rischio crolli e presenza di amianto, stabile sotto sequestro

Il cartello del sequestro operato dal Noe

CREMONA - Nella mattinata di sabato 28 giugno il Noe di Brescia  ha posto sotto sequestro preventivo un palazzo di viale Trento e Trieste a Cremona. Le ipotesi di reato che stanno alla base dell'intervento dei carabinieri del Nucleo operativo ecologico sono "minaccia di rovina dell'edificio" e "deposito abusivo di amianto".

In sostanza gli inquirenti, che hanno depositato nelle ultime ore gli atti in procura, ravvisano il rischio di crolli per le condizioni dello stabile, tanto che l'intero marciapiede è stato transennato, e il potenziale pericolo per la salute pubblica a causa della riscontrata presenza di amianto sul tetto e a terra nelle pertinenze interne.

Al momento il provvedimento è a carico di ignoti e non ci sono indagati: sarà la magistratura a ricercare eventuali responsabilità. Probabile che il Comune emetta già nelle prossime ore un'ordinanza di messa in sicurezza.

L'esposto al Noe è partito dall'Osservatorio Nazionale Amianto OnaOnlus. 

28 Giugno 2014

Commenti all'articolo

  • Andrea

    2014/06/28 - 17:05

    Questo è il paesello che ci ritroviamo, e che forse ci meritiamo, vecchio, di nome e di fatto, senza futuro....

    Rispondi

  • Franco

    2014/06/28 - 16:04

    Buongiorno, atteso che il provvedimento emesso dal NOE è, allo stato, a carico di ignoti, non è che il proprietario dell'immobile ha avuto la fortuna, come altri personaggi ben noti, che qualche altruista ha comprato l'immobile a suo nome senza dirglielo? Gli adempimenti relativi all'assolvimento del pagamento di imposte e tasse da chi sono stati evasi? O sono anonimi anche questi.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000