il network

Martedì 22 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


CREMONA

Bini peggiora, ore disperate

Quadro clinico molto grave, decine al capezzale del leader storico antagonista

Bini peggiora, ore disperate

Mario Bini

CREMONA - Sono ore disperate per Mario Bini, lo storico leader degli antagonisti cremonesi colpito da malore domenica 15 giugno in val Trebbia a seguito dello choc anafilattico del quale è rimasto vittima dopo essere stato punto da quattro-cinque api mentre armeggiava delle arnie. Non c’è stata, al momento, l’auspicata reazione al pesante quadro clinico subito evidenziato dai sanitari del 118 che hanno prestato i primi soccorsi al 58enne, in prima battuta condotto, con l’elisoccorso, all’ospedale di Parma e poi portato nel reparto di Terapie intensive dell’ospedale Maggiore di Cremona, dove Bini si trova ricoverato. In tanti si sono stretti all’esponente politico di estrema sinistra. Oltre alla madre e ai congiunti, non sono mancati esponenti politici e alcuni uomini delle forze dell’ordine che in questi anni, pur nel rigido rispetto dei ruoli, in situazioni a volte molto dure, hanno avuto a che fare con Bini. 

Mario Bini, 58 anni, lo storico leader degli antagonisti cremonesi, da decenni punto di riferimento per molti esponenti dei centro sociali che gravitano a Cremona è stato punto da alcune api a Magrini di Coli, una località a pochi chilometri da Bobbio (Piacenza) dove Bini svolge l’attività di piccolo apicultore e produttore di miele. Mentre lavorava intorno alle arnie, c’è stato l’attacco delle api e le quattro, cinque punture. Il tempo di raggiungere le persone che erano con lui, riferire loro quanto accaduto, e Bini ha iniziato a stare male. Di lì a breve ha perso conoscenza. A quel punto c’è stata la telefonata con la quale è scattata la richiesta di intervento alla centrale operativa del servizio 118 di Piacenza.

I sanitari, messa a fuoco la situazione grazie alle informazioni ottenute con quella telefonata, hanno capito la gravità del quadro clinico del 58enne e subito disposto l’invio nella località dell’Alta val Trebbia di un equipaggio dell’elisoccorso. Appena raggiunto il 58enne, i sanitari, stabilizzati i parametri vitali, hanno disposto l’immediato volo presso l’ospedale di Parma, dove Bini è stato ricoverato nel reparto di Terapie intensive. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

21 Giugno 2014