il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Rifiuti, raccolta porta a porta
estesa a Migliaro e Boschetto

Da lunedì gli addetti Aem provvederanno a raccogliere quanto contenuto negli appositi contenitori per la differenziata consegnati ai residenti

Rifiuti, raccolta porta a porta
estesa a Migliaro e Boschetto

CREMONA - Da lunedì 12 maggio la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta si estende anche ai quartieri Boschetto e Migliaro. Gli addetti di Aem hanno già provveduto a distribuire ai residenti delle vie interessate i contenitori per la raccolta delle diverse tipologie di rifiuti, nonché materiale informativo che illustra nel dettaglio come differenziarli ed il calendario della raccolta a domicilio. 

Il Comune ed Aem hanno inoltre organizzato due incontri informativi per spiegare le nuove modalità di raccolta. Boschetto e Migliaro vanno così ad aggiungersi a quelle zone dove il servizio, iniziato in via sperimentale nel 2010, è da tempo ormai a regime (S. Omobono, quartiere Po e Cavatigozzi) e alle altre che si sono aggiunte negli ultimi mesi del 2013: Maristella, San Felice, Incrociatello, Castello, Ghinaglia/Massarotti, S. Ambrogio, Giuseppina, Villetta, Mantova, Zaist.

Ogni cittadino residente nelle zone coinvolte dalla raccolta porta a porta deve obbligatoriamente differenziare i propri rifiuti separando carta, plastica, vetro insieme a lattine, umido, verde (laddove presente) e secco residuo (rifiuto differenziato) e raccoglierli negli appositi contenitori consegnati da Aem presso ogni abitazione. Gli addetti di Aem si occuperanno di ritirare a domicilio le singole tipologie di rifiuto secondo il calendario stabilito e già comunicato. Saranno contestualmente eliminati i cassonetti stradali per la raccolta dei rifiuti indifferenziati di colore grigio e, progressivamente, i contenitori stradali per la raccolta di carta, plastica, vetro, lattine.

Il sistema di raccolta differenziata porta a porta (o domiciliare) permette di ottenere i migliori risultati per ridurre i rifiuti e sfruttare le risorse in essi contenute. L'obbligo di differenziare i rifiuti solidi urbani è previsto anche da precise disposizioni di legge (D. Lgs. 152/2006). La raccolta differenziata richiede a tutti i cittadini un piccolo sforzo per acquisire nuove abitudini nella gestione dei rifiuti, ma si tratta di un passo molto importante per migliorare la qualità dell'ambiente e, di conseguenza, il benessere della comunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

08 Maggio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000