il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASTELLEONE

Disoccupato 'gratta' e vince 10mila euro

Con un tagliando da 10 euro. L'uomo abita a Offanengo

Disoccupato 'gratta' e vince 10mila euro

La barista del Cafè Montecarlo di Castelleone

CASTELLEONE — La lotteria istantanea premia con diecimila euro un disoccupato cremasco. Per la serie, non sempre piove sul bagnato. Stavolta la dea della fortuna, infatti, si è tolta le bende dagli occhi e ha scelto chi, di un po’ di buona sorte, aveva davvero bisogno.
Nei giorni scorsi un uomo residente a Offanengo, da quasi due anni in cerca di lavoro, è entrato al Cafè Montecarlo di via Bressanoro e ha acquistato un ‘Gratta e Vinci’ da 10 euro. E dopo aver rimosso, pieno di speranza, la patina dorata si è scoperto vincitore della stessa cifra maggiorata di tre zeri: diecimila euro. Non una somma che cambia la vita ma che aiuta, eccome, a spazzare via un po’ di cattivi pensieri. A dare un po’ di respiro.
Come raccontano i titolari, quando ha realizzato di aver vinto, l’uomo (di età compresa fra i 40 e i 50 anni) tremava dalla gioia. La prima ‘luce’ dopo mesi di buio l’ha quasi commosso, e non ha lasciato indifferenti neanche gli stessi baristi, comprensibilmente toccati dall’esplosione di felicità del loro cliente.
Tra l’altro, il bar dello Zerbimark, così viene soprannominato il ‘Cafè Montecarlo’, non è nuovo a simili exploit: anche se aperto da poco, il locale di Massimo Venturini e Filippo Ardiri ha già fatto segnare un’altra vincita importante. Lo scorso 18 febbraio, con un ‘Gratta’ da dieci euro sempre della stessa serie (‘Oro e Diamanti’), un pensionato si era aggiudicato altri dieci mila euro. Due colpi del genere a nemmeno tre mesi distanza l’uno dall’altro non sono così usuali.
Evidentemente, tra i tavolini e il bancone di via Bressanoro, la dea bendata è di casa.

 

08 Maggio 2014

Commenti all'articolo

  • luigi

    2014/09/07 - 03:03

    Dissoccupato, con bisogno di lavorare e di mantenersi, ma con i soldi per i gratta e vinci, quello si. Gli è andata bene stavolta dai, cosi ne recupera un po di quelli gia grattati. Che la gente abbiano bisogno di lavoro è una farsa, non serve a nessuno il lavoro di per se, serve un reddito, una volta che si hanno i soldi per vivere, e magari vivere bene, basta, altro che lavorare, facciamocelo insegnare da 8 su 10 del sud, come si fa a LAVORARE.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000