il network

Lunedì 24 Settembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA. COMUNE

Spreco alimentare, in campo la grande distribuzione

Dopo mense scolastiche e ristorazione (con l’iniziativa ‘Tenga il resto’), scatta il progetto più ambizioso

Spreco alimentare, in campo la grande distribuzione

CREMONA - Partita nelle mense scolastiche, allargata alla ristorazione attraverso la campagna ‘Tenga il resto’ (100mila vaschette distribuite nei ristoranti), la lotta allo spreco alimentare ora coinvolge i rappresentanti della grande distribuzione.
Ieri (sabato 24 marzo 2018) , ed è la prima volta, l’amministrazione comunale ha riunito in sala giunta i responsabili dei vari supermercati: Rossetto, Auchan, Simply, Lidl e Coop Lombardia.

All’incontro si è sottolineato come il settore della grande distribuzione, anche alle luce delle opportunità e delle semplificazioni introdotte dalla legge Gadda, sia certamente uno degli ambiti in cui si possono ottenere agevolazioni e risultati rilevanti, sia in termini di riduzione delle eccedenze alimentari, sia in termini di donazione.

Per questo, «l’amministrazione comunale ha voluto illustrare le opportunità della legge e raccogliere elementi conoscitivi, qualitativi e quantitativi, per meglio comprendere le cause del fenomeno dello spreco alimentare all’interno della grande distribuzione organizzata e i margini di miglioramento possibili». In proposito, l’assessorato all’Ambiente, con il supporto tecnico-scientifico dell’Associazione Economia e Sostenibilità, sta predisponendo un questionario per acquisire conoscenze su valore e cause dell’eccedenza alimentare.

Grazie alle forme di collaborazione che saranno avviate e attraverso il questionario in fase di elaborazione con il supporto di Economia e Sostenibilità (Està), sarà possibile disporre di elementi più puntuali sulle singole azioni da mettere in atto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

24 Marzo 2018