il network

Lunedì 19 Novembre 2018

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Assalto alla sede della Lega, l'ira di Salvini

Il leader del Carroccio ha pubblicato sul suo profilo Facebook le fotografie del raid: "Ancora vandali contro una sede del movimento, questa volta a Cremona. Pensano di farci paura? Ci fanno pena"

Assalto alla sede della Lega, l'ira di Salvini

I muri imbrattati e le finestre rotte della sede della Lega

CREMONA - Il nuovo assalto contro la sede della Lega è finito ai piani alti del partito. Matteo Salvini ha pubblicato sul suo sito Facebook le fotografie del raid commentandole in questo modo: "Ancora vandali contro una sede del movimento, questa volta a Cremona. Pensano di farci paura? Ci fanno pena. Post scriptum: se ne becco uno, deve cominciare a correre". Una valanga - 1.200 - i post di militanti e simpatizzanti sull'intervento di Salvini. Sempre su Facebook prende posizione anche Alessandro Carpani, capogruppo del Carroccio in consiglio comunale. "Eccoli ancora, gli eroi, il mondo antagonista e anarchico, quelli che vengono la notte, imbrattano i muri e spaccano le vetrate della nostra sede. Poveretti, i soli fenomeni dei Centri Asociali, che spuntano con il buio come i topi", scrive Carpani. Continuando: "Eppure sono sempre lì, felici e tranquilli nelle loro sedi, immobili di proprietà del Comune e, quindi, di tutti i cremonesi". Poi le critiche al sindaco e alla sua giunta; "E Galimberti? Dopo le promesse fatte immediatamente dopo il famoso 24 gennaio, il nulla. Il Kavarna e il Dordoni si sono comprati questa amministrazione, oltre a quelle passate. Un minimo di coraggio, un minimo di dignità. Fuori i centri sociali da questa città".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

16 Dicembre 2016

Commenti all'articolo

  • gianfranco

    2016/12/17 - 13:01

    questi fatti sono sempre solo da condannare, ma io mi chiedo perchè la lega che ha governato la città insieme al sindaco perri,non ha preso il toro per le corna e ha fatto chiudere i centri sociali ? è sempre troppo facile nascondersi dietro a un dito ,le cose bisogna dimostrare che si vogliono fare quando si può, non criticare gli altri che non fanno quello che potevi o dovevi fare tu, e non hai fatto.

    Rispondi

  • NICOLA

    2016/12/17 - 06:06

    Dopo la legge fornero e le varie malefatte del sinistrume imperante, quando la gente si sveglia e governerete potreste cancellare anche la teppaglia sub-animale che combina impunemente queste cose?? L'igiene ambientale in primis ve ne sarebbe grata.

    Rispondi

  • carmen

    2016/12/16 - 12:12

    fare una bella pulizia di questi personaggi......

    Rispondi