il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Arena Giardino, c'è uno spiraglio
Il Comune dimezza il canone d'affitto

Anche un piano manutenzione e valorizzazione del comparto nel pacchetto di misure approvato dalla Giunta comunale

Nuove devastazioni all'arena giardino

L'Arena Giardino dopo la recente devastazione

CREMONA - Abbattimento del 50% del canone, piano manutenzione e valorizzazione del comparto. Queste le misure della Giunta per il rilancio dell’Arena Giardino. Un piano di manutenzione ordinaria e straordinaria da costruire in sinergia con il gestore, una valorizzazione della struttura a favore di una maggiore fruizione del comparto, l’abbattimento del canone di concessione del 50%. E’ questo il pacchetto di misure approvato dalla Giunta comunale per il rilancio dell’Arena Giardino, struttura di proprietà del Comune di Cremona, concessa in uso all’imprenditore Giorgio Brugnoli, titolare del cinema cittadino Chaplin, per l’attività cinematografica estiva. La concessione, rinnovata nel febbraio 2015 per sei anni (fino al 2021) così da consentire una continuità all’attività culturale ed imprenditoriale, prevede il pagamento da parte di Giorgio Brugnoli al Comune di 3mila euro (più IVA) all’anno per proiezioni cinematografiche estive.

Su proposta dell’assessore al Territorio, all’Area Vasta e alla Casa Andrea Virgilio, la Giunta ha deciso di proporre al gestore un abbattimento del 50% del canone di concessione (da 3.000,00 a 1.500,00 euro all’anno fino al 2021 al netto di IVA), in conformità con quanto stabilito dal Regolamento per l’affidamento a terzi di immobili di proprietà comunale, che prefigura questa facoltà da parte dell’Amministrazione quando ciò sia reso necessario e opportuno da esigenze di promozione e sviluppo di attività volte a favorire il progresso economico, ovvero bisognose di tutela.

Tale misura si affianca ad altre importanti iniziative: la Giunta vuole studiare con il gestore, al quale spetta, come da convenzione, la manutenzione ordinaria per l’utilizzo concesso e l’attività di custodia su impianti, attrezzature e macchinari, un piano di interventi sulla struttura, progressivo in base alle risorse a disposizione, anche attraverso la possibilità di accedere a bandi.

Per quanto riguarda l’attività, in sinergia con la proposta di programmazione nel periodo maggio-settembre che il gestore deve presentare all'Amministrazione, la Giunta vuole sondare l’ampliamento di utilizzo dell’Arena Giardino, per una maggiore appetibilità e una maggiore fruizione del comparto, nell'ambito delle 30 giornate riservate al Comune previste dalla convenzione.

30 Marzo 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000