il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Il Comune a caccia degli evasori

L’obiettivo dichiarato è recuperare 1,5 milioni di euro. Partono i controlli

Il Comune a caccia degli evasori

CREMONA - Discusso e ridiscusso negli incontri di maggioranza, approvato dalla giunta, presentato dall’assessore alle Risorse Maurizio Manzi e dal ragioniere capo Paolo Viani, in arrivo in consiglio comunale nella seduta del 18 aprile, accompagnato da infuocate polemiche sull’aumento Tari-rifiuti (ancora da quantificare, ma si parla dell’1 per cento), il bilancio preventivo, la manovra dell’ente locale, punta su una voce per tenere in equilibrio i conti: la lotta all’evasione fiscale. L’amministrazione municipale spera di recuperare, nel 2016, 1,5 milioni di euro.
Il gettito derivante dalle dichiarazioni di Ici, Imu e Tarsu degli anni precedenti è stimato in quella cifra sulla base del programma di controlli che l’Ufficio tributi, con il beneplacito dei vertici comunali, intende far partire nei prossimi mesi. Entrando nello specifico, il milione e mezzo di tasse non pagate e che si vuole incassare è suddiviso in questo modo: 50.000 euro Ici; 1 milione Imu; 350.000 Tarsu/Tari; 100.000 Tasi.

28 Marzo 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000