il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Inferno nel cuore del Belgio
Cremona di nuovo blindata

Dopo gli attentati di Bruxelles, in città sale il livello di allerta. Presidiati tutti i luoghi sensibili. Bandiere a mezz'asta sulla facciata del Comune

Inferno nel cuore del Belgio Cremona di nuovo blindata

Controlli in città (foto di repertorio)

CREMONA - Il fonogramma da Roma è arrivato negli uffici di via Tribunali a neanche un’ora dagli attacchi che stamattina intorno alle 8, hanno insanguinato Bruxelles. Anche a Cremona le forze dell’ordine hanno subito garantito un assetto ‘scudo’, pressoché identico a quello scattato a ridosso della notte tra il 13 e 14 novembre scorso, dopo gli attentati di Parigi. L’innalzamento del livello di allerta si è concretizzato secondo un meccanismo rodato, che prevede controlli rafforzati su tutti i luoghi sensibili e passaggi più serrati delle pattuglie, anche quelle a bordo di auto civili, rispetto ai normali servizi. Una particolare attenzione è stata rivolta alle stazioni, ma anche a luoghi di culto, a cominciare dal Duomo (anni fa indicato, insieme alla metropolitana di Milano, come un possibile obiettivo di Ansar al Islam), sedi politiche e sindacali, impianti sportivi, centri produttivi e depositi di grandi dimensioni, le scuole, le principali vie di comunicazione, autostrada inclusa.
A Cremona, e nelle immediate vicinanze, i controlli sono stati incrementati in una dozzina di siti sensibili che fanno parte di un elenco aggiornato di continuo sulla base delle valutazioni condotte nell’ambito delle riunioni del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto, ma anche sulla scorta degli elementi raccolti da servizi informativi dell’Arma e Digos. Sempre in mattinata, la prefettura si è attivata per fornire un supporto a eventuali cittadini residenti in provincia che si fossero trovati in difficoltà in Belgio. La prevenzione, però, non è soltanto quella visibile. Un lavoro oscuro ma decisivo lo svolgono tutti gli uomini che si occupano di intelligence e che, tramite servizi di informazione e di investigazione, cercano di capire se qualcosa di minaccioso, a vari livelli, si muove sottotraccia. Bandiere a mezz'asta sulla facciata di Palazzo Comunale in segno di lutto per le tante vittime degli attentati terroristici che hanno sconvolto Bruxelles e per testimoniare la vicinanza della Città di Cremona a tutto il popolo belga duramente colpito dalla furia cieca e omicida del terrorismo. L'Amministrazione Comunale esprime il proprio cordoglio per tutte le persone che hanno perso la vita e la più decisa condanna per gli esecrabili atti di violenza che hanno colpito la città capitale delle Istituzioni Europee. 

24 Marzo 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000