il network

Lunedì 21 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


SULLE TRACCE DELLA CREMONA ROMANA

La domus del centauro
scoperta in via Colletta

Gli importanti ritrovamenti durante il restauro di palazzo Zuccari. I reperti che non potranno rimanere in situ, da settembre al museo archeologico

La domus del centauroscoperta in via Colletta

Un momento dello scavo archeologico in via Colletta

CREMONA — Un busto di centauro di splendida fattura, pavimentazioni databili fra il II e I secolo avanti Cristo, reperti pittorici con scene fluviali di genere: il Nilo e non il Po, ma fa uguale. Sono questi alcuni estremi dei ritrovamenti della domus emersi dal lavoro di ristrutturazione dell’ottocentesco palazzo Zuccari; reperti tra i più antichi ritrovati in città. Un nuovo tassello si aggiunge alla conoscenza della Cremona romana, dopo lo scavo epocale di piazza Marconi. A illustrare le caratteristiche dello scavo oggi al museo archeologico San Lorenzo sono state la direttrice dello scavo di via Colletta per la Soprintendenza Archeologia Lombardia Nicoletta Cecchini e la conservatrice del museo archeologico San Lorenzo, Marina Volontè. 

22 Febbraio 2016