il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALBUTTANO

La verità del 21enne: io aggredito

Lite sull’autobus a Casalbuttano. Due versioni contrastanti

La verità del 21enne: io aggredito

CASALBUTTANO — «E’ un bravo ragazzo, incensurato e frequenta la classe quarta all’Apc con la media dell’otto. Merita la nostra fiducia e la verità verrà a galla». A parlare è Giuseppe Garioni, presidente dell’associazione ‘Cadash’, realtà che gestisce una casa famiglia proprio a Polengo, fermata in cui si è registrato il litigio tra il 21enne albanese e il conducente del bus.
Stando a quanto riportato dal 21enne, la lite sarebbe nata dalla mancata apertura della portiera posteriore del mezzo. Il giovane avrebbe chiesto spiegazioni al conducente che avrebbe reagito a male parole. La risposta del 21enne sarebbe stata altrettanto sgarbata, ma sarebbe stato il conducente a scendere dal bus per rincorrere il ragazzo dopo il diverbio e a passare alle vie di fatto. L'autista afferma invece che il primo ad alzare le mani, dopo la sua richiesta di chiarimento, sia stato il 21enne. I carabinieri stanno vagliando le due versioni, che come detto contrastano. 

31 Gennaio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000