il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Mal’aria da allarme rosso
Stop al traffico inevitabile

Con oggi nove giorni con l'aria irrespirabile. Le Amministrazioni unite contro l’emergenza

Territorio due settimanenella ‘morsa’ dello smog

CREMONA - Noce giorni consecutivi, a oggi, con l’aria irrespirabile: Cremona e il circondario, come tutto il resto della Lombardia, sempre più stretti nella morsa della smog. Senza tregua e con valori di polveri sottili da allarme vero. Ed è con questo scenario, preoccupante, che oggi pomeriggio, a palazzo comunale, si sono confrontati sindaci e amministratori dei Comuni dell’area di rischio per definire l testo del protocollo anti-veleni che verrà sottoscritto ufficialmente venerdì prossimo e che ora deve essere adottato da ogni singola amministrazione: prevede misure aggiuntive rispetto a quelle stabilite dal piano regionale di risanamento dell’aria, in vigore fino al prossimo 15 aprile, e mira a garantire un segnale forte fondato dalla condivisione dell’ordinanza che viene diramata in caso di sforamento dei parametri dopo dieci giorni consecutivi.
Proprio quanto, presumibilmente, accadrà domani. E infatti, il dispositivo è già pronto per essere licenziato in mattinata: attende solo la firma del sindaco Gianluca Galimberti e contempla, oltre alle misure di contorno, il fermo dei veicoli Euro 0, Euro 1, Euro 2 ed Euro 3 diesel, con questi ultimi che, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non sono pochi. In circolazione, infatti, ce ne sono ancora oltre tremila: 3782 per la precisione.

29 Gennaio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000