il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Una fede, una piazza
«Uniti per la famiglia»

Centinaia di sentinelle in piedi davanti al Duomo

Una fede, una piazza«Uniti per la famiglia»

Le sentinelle in piazza Duomo

CREMONA - I più hanno letto. Alcuni hanno pregato. Tutti hanno attirato l’attenzione dei passanti e mandato un messaggio secco, inequivocabile, che si oppone ai fondamenti di tutte le teorie gender e al decreto Cirinnà: «La famiglia è troppo preziosa per restare a guardare mentre viene distrutta. Il cuore dell’uomo è troppo grande per cedere alle menzogne del potere». Circa 250 persone hanno preso parte nel pomeriggio alla manifestazione organizzata in piazza del Comune dalle ‘Sentinelle in piedi’, uomini e donne che, in Italia e all’estero, «resistono e vegliano su quanto accade nella società, denunciando ogni occasione in cui si cerca di distruggere l’uomo e la civiltà». 

24 Gennaio 2016

Commenti all'articolo

  • sergio

    2016/01/27 - 11:11

    L'Italia è sveglia. Anzi l'Italia resta voce che grida la verità delle cose. Non è un problema di religione o di fede: è questione di ragione. Nulla è vietato alle coppie omosessuali tranne quello di cui non sono portatrici, ontologicamente: la capacità generativa. Non sostengo che siano incapaci di amare (questa capacità è tanta, a maggior ragione se si è oggetto di un amore) ma l'educazione di un figlio è completa solo se padre e madre sono presenti (anche se fossero morti). Gli manca la reversibilità. Se ne potrà discutere .

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000