il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Il tumore si può vincere
prendendolo in contropiede

Si è chiusa la Settimana della prevenzione oncologica organizzata dalla Asst con MEDeA

Il tumore si può vincereprendendolo in contropiede

Il tavolo dei medici relatori stamattina alla giornata conclusiva della Settimana della prevenzione oncologica

CREMONA - Si è chiusa oggi, nell’auditorium della Camera di Commercio, la Settimana di prevenzione oncologica organizzata dall’Asst di Cremona in partnership con le associazioni Medea, Lilt, Arco, Ailar, Iart e Aiom con la collaborazione e i patrocini di Comune, Ordine dei Medici, Farmacia Cremona, Centro Tutela diritti del malato e Gruppo oncologico italiano di ricerca clinica. All’ultimo convegno, dopo i saluti e l’introduzione del sindaco Gianluca Galimberti e del presidente di Medea Donatello Misani, sono intervenuti gli specialisti Giancarlo Bosio, Leone Arsenio, Andrea De Censi, Angelo Pan e Pietro Cavalli, moderati da Ermanna Manara e Rodolfo Passalacqua.

Focus sulla prevenzione primaria dei tumori, ovvero su come vincerli ancor prima che si presentino segnali d’allarme o sintomi. Agire d’anticipo è fondamentale: questo è il messaggio prioritario da trasmettere. Vanno presi in contropiede. Come? Evitando il fumo, causa primaria del tumore al polmone; bandendo dalle proprie tavole troppa carne rossa, eccesso di sale, proteine animali e grassi; svolgendo una sufficiente attività fisica. E iniziando dalla giovane età.

23 Gennaio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000