il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Pioggia e qualche fiocco di neve
Pre allerta di Prefettura e Comune

Pioggia e qualche fiocco di nevePre allerta di Prefettura e Comune

CREMONA - Dal primo mattino una sottile pioggerella mista a neve cade su Cremona. E' la prima pioggia dell'anno nuovo ma soprattutto è la prima pioggia dopo un lunghissimo periodo di siccità arrivata finalmente a dare sollievo ai cremonesi alle prese da settimane con la qualità dell'aria. 

La Prefettura, in una nota, fornisce alcune indicazioni alla cittadinanza e agli enti preposti per gestire la situazione, soprattutto nel caso in cui le condizioni meteo dovessero peggiorare. 

Il Comune, da parte sua, ha già pronto il piano antineve. 

Ecco il comunicato della Prefettura: "In relazione alle attuali condizioni meteo che stanno interessando buona parte della regione Lombardia ed attesa la probabilità di precipitazioni nevose anche a bassa quota, appare opportuno richiamare l’attenzione dei cittadini e degli automobilisti sui seguenti aspetti e circostanze relativi alla viabilità.

In via preliminare occorre fare osservare che la sicurezza e la fruibilità della rete viaria provinciale sono condizionati, oltre che dalle condizioni meteo in generale, dalla capacità degli enti preposti di assicurare il costante monitoraggio della viabilità e la manutenzione stradale.

In tale contesto, occorre tenere presente che l’Ente Area Vasta di Cremona, responsabile di buona parte della rete viaria provinciale, ha qui rappresentato che, a causa della consistente riduzione di risorse finanziarie dedicate al settore, non può attualmente garantire gli standard finora assicurati.

Più in concreto, è stato fatto presente che, in caso di abbondanti nevicate, i passaggi dei mezzi preposti alla “salatura” ed allo sgombero della neve potranno essere meno frequenti e saranno dedicati, in via prioritaria, alle arterie principali e cioè quelle che collegano i centri maggiori. Le criticità più rilevanti, quindi, interesserebbero la rete stradale minore dove potrebbero registrarsi anche forti rallentamenti se non addirittura il blocco del traffico.

Dette problematiche, ove riguardanti la sola circolazione viaria e se limitate all’ambito locale, verranno esaminate ed affrontate all’interno del Comitato Operativo provinciale per la Viabilità (COV), istituito presso questa Prefettura, ed all’interno del quale sono presenti i rappresentanti delle principali istituzioni competenti in materia. Qualora, poi, le criticità implicassero interventi di protezione civile, questo Ufficio potrebbe procedere con la convocazione del Centro Coordinamento Soccorsi, riunito in passato anche per emergenze del tipo in questione.

I Sindaci, dal canto loro, sono chiamati a collaborare affinchè, nel prendere atto delle circostanze di cui sopra, attivino, per tempo, i relativi piani di viabilità e, se del caso, partecipino, con propri mezzi e risorse, oltre che alle attività di gestione della viabilità, anche a quelle di monitoraggio e pulizia della rete stradale di interesse.

L’articolato sistema istituzionale ora brevemente illustrato, pur ampiamente testato, può, tuttavia, non offrire certezze sulla piena fruibilità e sicurezza della rete stradale provinciale e locale senza il concorso e la collaborazione dei cittadini.

Sul punto, in particolare, occorre tener conto del fatto che, soprattutto in presenza di precipitazioni nevose abbondanti, l’uso delle automobili dovrebbe essere limitato allo stretto indispensabile e solo alle condizioni di sicurezza sancite dal codice della strada.

L’eccessivo flusso di traffico, in effetti, può rallentare l’attività dei mezzi preposti alla manutenzione delle strade e la mancata adozione dei dispositivi di sicurezza (pneumatici invernali o catene) può essere causa, oltre che di gravi incidenti, anche di lunghe code sulle arterie stradali più importanti.

In questo contesto appare non meno rilevante rimarcare l’opportunità che, in caso di abbondanti nevicate, i mezzi privati non siano lasciati in sosta sulla pubblica via in quanto questo potrebbe rallentare - se non pregiudicare - la corretta manutenzione delle strade.

In ultimo, si raccomanda agli automobilisti, prima di mettersi in viaggio, di consultare sempre i siti dedicati alle previsioni meteo e quelli istituzionali in modo tale da conoscere preventivamente le condizioni della viabilità e le eventuali limitazioni imposte dalle autorità preposte".

02 Gennaio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000