il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Attacco hacker al tribunale
Spunta il primo indagato

Ne parla su Facebook l’interessato, che replica: «Non so usare neppure Excel»

Attacco hacker al tribunaleSpunta il primo indagato

La schermata comparsa durante l’attacco hacker al tribunale

CREMONA - La procura della Repubblica di Cremona ha iscritto nel registro degli indagati uno dei presunti autori dell’attacco telematico che il 2 aprile scorso ha mandato in tilt il sito ufficiale del tribunale di Cremona, rimasto interrotto per alcune ore. A dare notizia del passo condotto nei giorni scorsi dalla procura è lo stesso indagato, Michele, che sulla pagina Facebook riferisce di essere accusato, «in concorso con altre persone rimaste sconosciute e appartenenti al sodalizio Anonymous, per essersi introdotto in maniera abusiva nel sistema informatico e telematico protetto del tribunale di Cremona, determinandone l’oscuramento e la temporanea interruzione». Sullo stesso social media Michele controbatte alle accuse, frutto delle indagini condotte dagli agenti della Digos. Sostiene di essere stato descritto come un hacker ma si definisce una persona che «sa a malapena utilizzare il programma Excel», vale a dire poco più di un neofita per quel che riguarda le conoscenze informatiche e telematiche. A dare notizia dell’avvenuto attacco telematico, che ha prodotto una temporanea interruzione del sito, era stato, quel 2 aprile, il centro sociale autogestito Dordoni, anche in quel caso tramite una pagina Facebook. L’azione era stata definita «in solidarietà agli arrestati». 

26 Dicembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000