il network

Giovedì 17 Agosto 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


VOLLEY SERIE A

Pomì formato Champions
Col Piacenza una prova di classe

Alle ragazze di Barbolini il 'derby del Po': 3-1 (25-21; 19-25; 25-17; 25-16)

Pomì, il derby del Po una sfida da tricolore

Una fase di gioco durante Pomì-Piacenza

CREMONA - PalaRadi gremito in occasione del 'derby del Po' che ha visto fronteggiarsi le vincitrici delle due stagioni precedenti: Pomì Casalmaggiore e Nordmeccanica Piacenza. Le ragazze di Barbolini hanno vinto con classe il derby del Po, risultato finale 3-1

Servizi, foto e interviste sulla provincia di lunedì 14 dicembre

Piacenza oltre al forfait di Ognjenovic certifica anche quello di Meijners, in panchina solo per onor di firma senza ginocchiere e panchina Bauer per Melandri; Lloyd svolge regolarmente il riscaldamento con una vistosa fasciatura ed è in sestetto.

  • 1 set - Pomi poco efficace in battuta è altalenante in ricezione, Piacenza più ordinata e meno fallosa per i. 6-9 del time out Barbolini. Lloyd merita un premio al coraggio ma sbaglia 5 palle consecutive e Piacenza passa all'incasso con il 7-12 della sospensione. Nel momento più difficile Kozuch e Gibby tengono in partita la Pomi e quando anche il muro comincia a toccare a rete ecco che la Pomi prepara l'aggancio e lo effettua a quota 18. Le tricolori non lesinano imprecisioni ma ora sono ficcanti dai nove metri e invadenti a muro ed anche Piacenza soffre tornando da Gaspari sul l'errore di Sorokaite per il 22-21. Il turno in battuta apre la voragine in casa Nordmeccanica e chiude il set con un ace sul 25-21.
  • 2 set - La Pomi minimizza le sbavature in ricezione per lo 0-3 grazie ad un parziale griffato Lloyd-Stevanovic che con due muri riportano la Pomi avanti 8-6. Le tricolori si inceppano in cambio palla e Pascucci non perdona per l'11-12 della sospensione. Al rientro e' Melanri a mettere in croce la seconda linea costringendo Barbolini alla sospensione sull'11-14. Piccinini, non solo per colpa propria, regala a Piacenza la fuga 16-20 e va in panchina per Bacchi e quando anche Kozuch stacca la spina la Pomi e' sul 17-23 che anticipa di poco il 19-25.
  • 3 set - rientra Piccinini che con L'ace chiarisce i propositi casalesi per il 3-0 ma è l'accoppiata Tirozzi-Kozuch a prendersi la scena trovando finalmente intesa con Lloyd per un parziale chiuso da due punti di Piccinini che vale l'11-4. L'11-7 riavvicina Piacenza per il time out Barbolini. La sostituzione del set precedente deve aver punto Piccinini nell'orgoglio dato che sono un paio di montanti della Toscana a stordire Piacenza prima che Tirozzi certifichi il predominio sul 17-11. Piacenza trova il fondo solo a muro e con i centrali, la Pomi e' solida e spettacolare e allunga senza problemi sino al 25-17.
  • 4 set - Belien diventa il fattore che rimette in carreggiata Piacenza mentre Kozuch resta il Re Mida della Pomi per l'8-8. A rompere i fragili equilibri ci pensa capitan Tirozzi con due punti deliziosi che anticipano la sospensione sul 12-9. Il turno al servizio di Kozuch e' ancora decisivo perché apre la voragine con un 7-1 di parziale che allontana le avversarie sino al 17-10 del secondo time out Gaspari. C'è poco altro da dire, la Pomi e' perfetta, Piacenza già in doccia: 25-16 e tabù sfatato.

14 Dicembre 2015

Commenti all'articolo

  • ENRICO GIUSEPPE

    2015/12/13 - 22:10

    solo fare notare che la Pomì non ha perso il primo set ma il secondo, andando sull'uno a uno. Ma dove stava l'autore dell'articolo?

    Rispondi

    • 2015/12/14 - 09:09

      buon giorno signor Soldi, grazie per la puntualizzazione. L'autore 'stava', per usare le sue parole, ma ha evidentemente sbagliato. Ce lo concede? Graze mille!

      Rispondi