il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY SERIE A

Pomì formato Champions
Col Piacenza una prova di classe

Alle ragazze di Barbolini il 'derby del Po': 3-1 (25-21; 19-25; 25-17; 25-16)

Pomì, il derby del Po una sfida da tricolore

Una fase di gioco durante Pomì-Piacenza

CREMONA - PalaRadi gremito in occasione del 'derby del Po' che ha visto fronteggiarsi le vincitrici delle due stagioni precedenti: Pomì Casalmaggiore e Nordmeccanica Piacenza. Le ragazze di Barbolini hanno vinto con classe il derby del Po, risultato finale 3-1

Servizi, foto e interviste sulla provincia di lunedì 14 dicembre

Piacenza oltre al forfait di Ognjenovic certifica anche quello di Meijners, in panchina solo per onor di firma senza ginocchiere e panchina Bauer per Melandri; Lloyd svolge regolarmente il riscaldamento con una vistosa fasciatura ed è in sestetto.

  • 1 set - Pomi poco efficace in battuta è altalenante in ricezione, Piacenza più ordinata e meno fallosa per i. 6-9 del time out Barbolini. Lloyd merita un premio al coraggio ma sbaglia 5 palle consecutive e Piacenza passa all'incasso con il 7-12 della sospensione. Nel momento più difficile Kozuch e Gibby tengono in partita la Pomi e quando anche il muro comincia a toccare a rete ecco che la Pomi prepara l'aggancio e lo effettua a quota 18. Le tricolori non lesinano imprecisioni ma ora sono ficcanti dai nove metri e invadenti a muro ed anche Piacenza soffre tornando da Gaspari sul l'errore di Sorokaite per il 22-21. Il turno in battuta apre la voragine in casa Nordmeccanica e chiude il set con un ace sul 25-21.
  • 2 set - La Pomi minimizza le sbavature in ricezione per lo 0-3 grazie ad un parziale griffato Lloyd-Stevanovic che con due muri riportano la Pomi avanti 8-6. Le tricolori si inceppano in cambio palla e Pascucci non perdona per l'11-12 della sospensione. Al rientro e' Melanri a mettere in croce la seconda linea costringendo Barbolini alla sospensione sull'11-14. Piccinini, non solo per colpa propria, regala a Piacenza la fuga 16-20 e va in panchina per Bacchi e quando anche Kozuch stacca la spina la Pomi e' sul 17-23 che anticipa di poco il 19-25.
  • 3 set - rientra Piccinini che con L'ace chiarisce i propositi casalesi per il 3-0 ma è l'accoppiata Tirozzi-Kozuch a prendersi la scena trovando finalmente intesa con Lloyd per un parziale chiuso da due punti di Piccinini che vale l'11-4. L'11-7 riavvicina Piacenza per il time out Barbolini. La sostituzione del set precedente deve aver punto Piccinini nell'orgoglio dato che sono un paio di montanti della Toscana a stordire Piacenza prima che Tirozzi certifichi il predominio sul 17-11. Piacenza trova il fondo solo a muro e con i centrali, la Pomi e' solida e spettacolare e allunga senza problemi sino al 25-17.
  • 4 set - Belien diventa il fattore che rimette in carreggiata Piacenza mentre Kozuch resta il Re Mida della Pomi per l'8-8. A rompere i fragili equilibri ci pensa capitan Tirozzi con due punti deliziosi che anticipano la sospensione sul 12-9. Il turno al servizio di Kozuch e' ancora decisivo perché apre la voragine con un 7-1 di parziale che allontana le avversarie sino al 17-10 del secondo time out Gaspari. C'è poco altro da dire, la Pomi e' perfetta, Piacenza già in doccia: 25-16 e tabù sfatato.

14 Dicembre 2015

Commenti all'articolo

  • ENRICO GIUSEPPE

    2015/12/13 - 22:10

    solo fare notare che la Pomì non ha perso il primo set ma il secondo, andando sull'uno a uno. Ma dove stava l'autore dell'articolo?

    Rispondi

    • 2015/12/14 - 09:09

      buon giorno signor Soldi, grazie per la puntualizzazione. L'autore 'stava', per usare le sue parole, ma ha evidentemente sbagliato. Ce lo concede? Graze mille!

      Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000