il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Tutti con le mani in pasta

In nove edizioni la manifestazione di Confartigianato ha guidato oltre 1.200 studenti tra i ‘tesori’ della tradizione alimentare

Tutti con le mani in pasta

Tutti i bambini sono stati premiati con il volume ‘Le mani in pasta’

CREMONA - Più di milleduecento studenti (provenienti da alcune scuole primarie, dall’Istituto tecnico Stanga e da Cr.Forma) coinvolti in nove anni, e un impegno capillare di avvicinamento ai tesori del lavoro artigiano; a quel ‘saper fare’ che è un perfetto punto di incontro tra capacità e passione, esprime il frutto della pedagogia del lavoro, offre il meglio di una produzione che parla di tradizione, identità e futuro.
Si raccontano così i primi nove anni del progetto ‘Le mani in pasta’, voluto e promosso da Confartigianato Cremona anche grazie ad una fitta rete di collaborazioni. Nove anni idealmente conclusi e festeggiati ieri in Sala Maffei, davanti ad una platea gremita dai bambini protagonisti dell’ultima edizione, ideale compendio di quelle che — volta a volta — hanno concentrato l’attenzione sui segreti, la produzione e le proprietà nutrizionali di otto indiscussi campioni dell’alimentare cremonese: pane, salame, marubini, torrone, mostarda, cioccolato, dolci e gelato. Esperienza raccontata da un filmato e da un libro ricco di immagini; tratteggiata con orgoglio e soddisfazione dal presidente di Confartigianato Cremona Massimo Rivoltini (insieme a lui il dirigente Francesco Pietrogrande), evocata nelle poesie in dialetto lette da Michelangelo Gazzoni, elogiata dal vicesindaco Maura Ruggeri («un progetto veramente straordinario»). Si chiude un ciclo, ma l’altro è già alle porte. Dai prodotti alimentari ora si passerà alle diverse professioni artigiane. Partendo — quasi inevitabilmente — dai liutai.

24 Novembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000