il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Nel 2016 il genio di Torriani e il concerto di Sofonisba

Ecco il programma cultura con mostre, festival ed eventi

Nel 2016 il genio di Torriani e il concerto di Sofonisba

Il sindaco Gianluca Galimberti


C’è il genio di Jannello Torriani e l’incontro tra due artiste e due donne, una è Sofonisba Anguissola. C’è l’eccezionale scoperta della Domus Romana e il nuovo festival Porte Aperte. Il Sindaco del Comune di Cremona Gianluca Galimberti, accanto all’Assessore alla Città Vivibile e Rigenerazione Urbana Barbara Manfredini e allo staff cultura, nella sala Puerari del Museo Civico, ha presentato il programma ‘Cultura a Cremona 2016’: grandi mostre, festival ed eventi che animeranno la città il prossimo anno.
“Una città che presenta il suo progetto culturale unendo istituzioni e tessuto cittadino con un anno in anticipo è una città che lavora correttamente - ha esordito il sindaco Gianluca Galimberti - Questo non è il progetto del Comune di Cremona, ma della città. Programmare vuol dire anche turismo: questo progetto infatti verrà presentato ai network internazionali perché cultura e turismo collegati sono volano per il territorio. Progettiamo e programmiamo e ci diciamo il percorso comune da intraprendere: vuol dire recuperare le nostre radici per dire chi siamo e dove vogliamo andare”. “Cultura e turismo insieme per poter proporre la città a 360gradi. Chi si approccia alla nostra città, si approccia ai suoi protagonisti anche attraverso i suoi luoghi”, il commento dell’Assessore Manfredini.
Ecco le grandi mostre. Da aprile a giugno al Museo del Volino l’esposizione Concerto per Sofonisba, omaggio dell’artista cremonese Gabriella Benedini alla grande pittrice del ‘500 con sculture che echeggiano la forma metaforica di strumenti musicali.
Da settembre a gennaio 2017, la grande mostra Genius ex Machina su Jannello Torriani, abile fabbro ferraio, orologiaio di nomea universale, ingegnere idraulico geniale, matematico di corte e inventore acclamato, nato a Cremona intorno all’anno 1500, che sarà la guida di una grande esposizione allestita al Museo del Violino che condurrà fino alle origini della Modernità. Grazie all’esperienza del Torriani, conosciuto come “secondo Archimede” e “nuovo Dedalo” per le sue meravigliose creazioni meccaniche, l’innovativa meccanica del Cinquecento sarà svelata agli occhi del visitatore: dallo sviluppo della micro-orologeria alla diffusione degli automi, dalle novità nell’industria dei mulini alla rivoluzione dei sistemi d’approvvigionamento idrico, tra i quali la ciclopica opera toledana dell’artigiano cremonese fu il picco più elevato. La mostra sarà corredata da oggetti provenienti da musei Europei e Statunitensi, da apparati tecnologici all’avanguardia e da percorsi urbani esterni allo spazio espositivo. Inoltre, durante il periodo della mostra, sarà organizzato un convegno internazionale di alto profilo scientifico.
Da settembre 2016, al Museo Archeologico, arriva una domus romana di eccezionale importanza storica. Risale al II secolo a.C. ed è stata scoperta grazie agli scavi per la ristrutturazione dell’ottocentesco palazzo Zuccari, avviati nel 2014 dalla Soprintendenza Archeologia della Lombardia, tra le vie Manna, Colletta e del Consorzio. Una rarissima testimonianza delle strutture abitative sorte in città nel II sec. a.C. per raffinatezza delle pitture parietali e dei pavimenti e per tipologia, sinora mai documentata nell’Italia Settentrionale, viene così restituita alla città.
Poi ci sono i grandi Festival. Confermati a maggio e giugno il Monteverdi Festival su tre città (Cremona, Mantova e Venezia), quest’anno dedicato alle figure femminili protagoniste della trilogia, con la crociera musicale sul Po, da giugno a settembre il Cremona Summer Festival con concorsi, masterclass e concerti in tutta la città e il territorio provinciale, a luglio e settembre il Festival Acquedotte tra Cremona e Salò, che quest’anno alla sua prima edizione è stato definito tra i dieci festival estivi da non perdere da l’Espresso e l’Huffington Post, a settembre e ottobre lo Stradivari Festival che ogni anno valorizza la forte identità culturale della città di Cremona, la sua storia e il suo presente, il suo “saper fare liutario”, riconosciuto dall’Unesco patrimonio immateriale dell’Umanità, capace ancora oggi di suscitare l’ammirazione del mondo. Novità del 2016 Porte aperte, festival di musica, scrittura e fumetti che si terrà in città tra la fine di giugno e l’inizio di luglio, dedicato all’incontro tra produzioni artistiche nazionali ed internazionali ed esperienze cremonesi. I luoghi del Festival saranno quelli intorno alle aree urbane che furono in passato contrassegnate dalle porte (Porta San Luca, Porta Ognissanti, Porta Margherita, Porta Po e Porta Mosa, quest’ultima particolarmente in evidenza, insieme al Parco del Vecchio Passeggio), per riscoprire piazze, cortili e insoliti angoli di Cremona e veicolare l’idea di una città aperta ed accogliente: una città con le Porte Aperte alle culture.
Tra i grandi eventi, continuano Da Monteverdi a Verdi, iniziative culturali e turistiche dedicate ai due grandi compositori, Sguardo ConCorde, serenate dal balcone della casa di Stradivari, Cremona per Ugo, iniziative dedicate a Tognazzi e Festa del Torrone. In più, dal 4 all’8 ottobre Cremona sarà sede del 43esimo Congresso Internazionale della Viola, per la prima volta in Italia, che animerà la città con concerti di eccellenza, esecuzioni solistiche e di musica da camera per e con la viola, occasioni di ricerca e approfondimento attraverso tavole rotonde, conferenze e masterclass tenute da artisti e studiosi di alto livello, concorsi internazionali. Fra gli ospiti principali: Bruno Giuranna e Alfonso Ghedin, Ettore Causa (docente di viola alla Yale School of Music, New Haven, CT, USA), Michael Kugel (docente di viola al Maastricht Royal Conservatory, Olanda), e Tabea Zimmermann (docente di viola alla Musikhochschule Hans Eisler, Berlino, Germania).
Tra i luoghi del 2016, infine: Santa Maria della Pietà, individuato come il polo di illustrazioni, fumetti, costruzioni ed incisioni con Fumetto Lab del Centro Fumetto, l’illustrator contest di Tapirulan, Cremona Bricks dedicato al Lego e progetti di fotografia e arte selezionati per la prima volta con apposito bando per consentire programmazione e qualità; Teatro Ponchielli con le grandi stagioni (Opera, Concertistica, Prosa e Danza), la Rassegna Oltreibanchi, Il Ponchielli per i piccoli e Il Ponchielli per la Grande Età; Museo del Violino con l’omaggio al violino Carlo IX di Andrea Amati nel suo 450esimo anniversario e dal 13 settembre al 18 dicembre il grande evento del ritorno del Messia di Antonio Stradivari; e ancora le manifestazioni di CremonaFiere, gli eventi della Rigenerazione Urbana, i progetti della Cultura Partecipata, l’omaggio a Chopin di Cremona Pianoforum al Cinema Filo e la nuova sezione espositiva Terra e fiume al Museo della Civiltà contadina ‘Il Cambonino vecchio’. Un programma che si rivolge alla città e ai suoi cittadini e ai network internazionali.

LA TABELLA DEGLI EVENTI

La Voglia Matta - Cremona per Ugo, Fino al 10 gennaio 2016
Mostra La Vittoria alata Fino al 6 marzo 2016
Mostra Concerto per Sofonisba Aprile-giugno 2016
Mostra Monteverdi Festival con crociera sul Po 14 maggio-5 giugno 2016
Festival Da Monteverdi a Verdi 15 maggio-10 ottobre 2016
Cremona Summer Festival Giugno-settembre 2016
Festival Sguardo ConCorde Giugno-ottobre 2016
Porte Aperte Fine giugno-inizio luglio 2016
Festival Acquedotte tra Cremona e Salò Luglio-settembre 2016
Festival Genius ex Machina Settembre 2016-gennaio 2017
Mostra Stradivari Festival Settembre-ottobre2016
Una nuova domus romana Da settembre 2016
Lo Stradivari 'Messia' Dal 13 settembre al 18 dicembre 2016
Stradivari memorial day 18 dicembre 2016
43° Congresso internazionale della viola 4-8 ottobre 2016 
Cremona per Ugo  Ottobre 2016
Festa del Torrone Novembre 2016 

31 Ottobre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000