il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CALCIO LEGA PRO

Un grande Brighenti risolleva la Cremo
Finisce 2 a 1 con il Lumezzane

Doppietta del capitano grigiorosso, per gli ospiti accorcia le distanze Cruz

Cremonese-Lumezzane (stadio Zini, ore 20,30)

I grigiorossi festeggiano dopo il primo gol

  • Gara finita
  • Recupero di 4 minuti
  • 28' gol annullato alla Cremonese, la palla di Guglielmotti per Maiorino era uscita dalla linea di fondo
  • La Cremonese toglie Perpetuini e inserisce Guglielmotti
  • 22' Su punizione segna il Lumezzane con Cruz che devia la palla dopo una respinta finita dalle parti di Ravaglia
  • Il Lumezzane sfrutta anche l'ultimo cambio: dentro Sarao per Russu
  • 15' girandola di cambi: Maiorino per Forte, il Lumezzane toglie Tagliavacche e Nossa per Monticone e Di Ceglie
  • 6' raddoppio di Brighenti che entra in area fa sedere il portiere Furlan e segna 2-0
  • Secondo tempo iniziato
  • 47° fine del primo tempo. Cremonese in vantaggio 1 a 0
  • 44° intervento irregolare di Zullo su Cruz
  • 41° Cruz in fuorigioco
  • 38° tiro fuori di Russini
  • 32° calcio d'angolo per la Cremonese
  • 28 fallo di Brighenti su Cruz
  • 27° ammonito Zullo
  • 26° tiro in porta di Barbuti, parata di Ravaglia 
  • 25° calcio d'angolo per il Lumezzane
  • 21° ammonito Nossa
  • 20° GOL di Brighenti su assist di Crialese. Cremonese in vantaggio per 1 a 0
  • 19° intervento irregolare di Belotti su Brighenti
  • 15° Intervento irregolare di Russini su Formiconi
  • 14° calcio d'angolo a favore della Cremonese 
  • 8° Intervento irregolare di Bianchi su Mancosu
  • 3° Tiro in porta di Varas, parata di Ravaglia 
  • 2° L' arbitro giudica irregolare l'intervento di Russo su Cruz
  • 1° La partita è iniziata

Le formazioni:

Cremonese:  Ravaglia, Zullo, Marconi, Rosso, Russo, Crialese, Formiconi, Bianchi, Brighenti, Perpetuini, Forte. All. Pea

A disposizione Galli, Gambaretti, Briganti, Eguelfi, Guglielmotti, Gargiulo, Benedetti, Magnaghi, Ciccone, Maiorino, Pacilli

Lumezzane:  Furlan, Rapisarda, Russu, Tagliavacche, Belotti, Nossa, Mancosu, Varas, Barbuti, Russini, Cruz. All. D'Astoli

A disposizione: Pasotti, Baldan, Magnani, Monticone, Di Ceglie, Bacio Terracino, Genevier, Sarao, Pippa, Potenza, Bason

Arbitro Sassoli di Arezzo (assistenti Saccenti di Modena e Mariottini di Arezzo)

CREMONA — Fulvio Pea si appresta a schierare contro il Lumezzane (stasera allo stadio Zini, ore 20,30) la nona formazione inedita dall’inizio del campionato a oggi. Marco Briganti è stato convocato ma non sta ancora bene, ha lavorato poco con i compagni nei giorni scorsi, ma il tecnico di Casalpusterlengo ha voluto assecondare la sua voglia di fare spogliatoio e stare vicino ai compagni. In difesa però non sarebbe una novità la sua assenza. E’ in attacco piuttosto che si dovrebbero vedere novità: Pasquale Maiorino smania dalla voglia di mettere a segno il suo primo gol in grigiorosso ma non è al top della condizione e potrebbe anche partire dalla panchina. Magnaghi e Forte si candidano per avere un posto di fianco a Brighenti fin dal primo minuto.
Non è esclusa nemmeno la possibilità di vedere Perpetuini in campo dal primo minuto, ma questa scelta è da ponderare bene perché in questo caso Pea dovrebbe riservare un cambio per il giocatore che non ha ancora una gara di autonomia.
«D’altronde c’è poco da fare — spiega Pea — quando arrivano giocatori che non hanno lavorato durante l’estate con una squadra».
Un messaggio che dice tutto anche sul nuovo arrivato Mario Pacilli.
«Pacilli è un giocatore offensivo esterno che in qualche circostanza ha giocato anche dietro la punta. Il problema è che da tre mesi si allena da solo. Non vuol dire che non possa essere utile alla causa ma bisogna inserirlo col contagocce in determinate condizioni».
Adesso avete un uomo in più per l’attacco.
«Francamente della fase offensiva non mi sono mai preoccupato troppo, nel senso che, come ho sempre detto, non è il numero di attaccanti a rendere una squadra più o meno offensiva».
Pea sa bene che dopo una sconfitta c’è una sola cura per rimettersi in carreggiata con il morale, con la fiducia, con la classifica e con la critica. Il ciclo di big sulla carta sarebbe finito.
«Ripeto che quando parlo di big intendo le squadre che portano avanti un lavoro di anni, che sono organizzate e compatte. Non è una coincidenza che queste squadre siano anche davanti. In generale però non ci siamo mai fatti trovare impreparati; mi spiace molto per la gara di Reggio in cui si sono visti pochi tiri da una parte e dall’altra, ma rispetto al test estivo credo che abbiamo recuperato molto il gap che avevamo a livello di amalgama e gioco».
La Cremonese però paga ancora qualche difetto nel mezzo.
«Il problema — ammette Pea — si protrae dalla prima giornata di campionato. Grazie alle sostituzioni cercheremo di avere sempre energie fresche in mezzo perché non è tanto un limite strutturale ma di supporto alle azioni».
Detto di Perpetuini, oggi mancherà anche Djiby che non è stato convocato.
Quanto al Lumezzane, la Cremonese in casa sa che non deve fallire l’obiettivo principale: dare un movimento deciso alla propria posizione in classifica.
«Abbiamo lavorato per cercare di migliorare ancora e portare a casa i tre punti. Francamente non mi ero accorto che dopo l’Albinoleffe si fosse creato un clima poco sereno e la cosa non ci aiuta. Solo il sostegno ci aiuta a stare tranquilli in campo».
Dal punto di vista della qualità la Cremonese adesso deve far valere la propria superiorità?
«Il calcio ci ha abituato a risultati sorprendenti in ogni categoria, ma la determinazione è fondamentale per fare bene, al di là del tasso tecnico. Prima ci vuole quella».

31 Ottobre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000