il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Albanese e romeno in manette,
stavano depredando la ex Piacenza

Nel mirino supporti, utensili e, in particolare, rame

Due stranieri in manettestavano saccheggiando la ex Piacenza

La ex Piacenza in una foto d'archivio

CREMONA - Stavano saccheggiando l'area ex Piacenza, in via Milano: nel mirino supporti, utensili e, in particolare, rame. Stavano letteralmente spogliando i capannoni quando sono stati sorpresi e arrestati dai carabinieri. Blitz dei militari del nucleo operativo e radiomobile questa mattina intorno a mezzogiorno. In manette due stranieri.

I Carabinieri del NOR della Compagnia di Cremona nella tarda mattinata di oggi hanno tratto in arresto un cittadino albanese M.E. di anni 31 domiciliato a Cremona ed un cittadino romeno R.C.R. di anni 35 residente a Cremona, sorpresi in flagranza di tentato furto aggravato in concorso continuato. I due dopo aver parcheggiato la loro autovettura in via Milano, scavalcavano il muro perimetrale introducendosi nel sito industriale dell’industria oramai dismessa Piacenza Rimorchi SpA” Qui iniziavano a smontare un ingente quantitativo di cavi in rame ed altro materiale ferroso accantonandolo per poi caricarlo su un altro veicolo. I due venivano notati da alcuni operatori commerciali della zona che chiamavano i carabinieri i quali, dopo aver circondato la zona interessata impedendo ogni possibile via di fuga, li sorprendendevano mentre erano intenti a trafugare refurtiva. I due con numerosi precedenti a carico, vistisi scoperti, non accennavano nemmeno alla fuga e venivano bloccati e tratti in arresto. L'attività predatoria della coppia andava avanti da almeno dieci giorni. A carico dell’albanese veniva altresì verificato che risultava emesso dalla Questura di Milano un provvedimento di espulsione coattiva pendente dal 24 luglio 2014 a cui era sempre riuscito a sfuggire. Domani mattina verrà celebrato il processo con rito direttissimo per tentato furto aggravato in concorso e salvo provvedimenti cautelari, l’albanese verrà rimpatriato nel paese d’origine.

22 Ottobre 2015

Commenti all'articolo

  • Rodolfo

    2015/10/23 - 11:11

    E adesso vediamo quanti giorni di galera gli daranno!!!!!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000