il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SORESINA

Dà in escandescenze al bar,
calmato dai vigili e ricoverato

Un 37enne di Como fuggito da una casa di cura

Dà in escandescenze al bar,calmato dai vigili e ricoverato

Piazza Garibaldi a Soresina

SORESINA — E’ arrivato in treno dalla provincia di Como, e senza un motivo preciso ha scelto come capolinea del suo viaggio la stazione di Soresina. Giù dai binari, si è incamminato verso il centro, ha raggiunto un bar e ha iniziato a bere. Parecchio. A un certo punto è diventato incontrollabile e ha iniziato a dare in escandescenze. Per calmarlo e convincerlo a salire in ambulanza è servito l’intervento della polizia locale e dei carabinieri di Soresina, che hanno arginato in tempo una situazione sul punto di diventare esplosiva.
L’episodio si è verificato venerdì pomeriggio in piazza San Francesco. Protagonista un 37enne residente nel Comasco, ospite di una struttura psichiatrica. Stanco di dover rispettare le regole, gli orari e le terapie della clinica, l’uomo ha fatto perdere le proprie tracce, è salito su un treno e si è spinto a oltre cento chilometri di distanza, sconfinando nel Cremonese. Ai soccorritori e alle forze dell’ordine non ha saputo spiegare perché si è fermato proprio a Soresina. Con ogni probabilità ha scelto una località a caso. Gli bastava sapere di non essere conosciuto. La sua fuga, però, è degenerata quasi subito, perché i bicchieri sono diventati troppi. E dopo averlo fatto alterare, l’hanno reso ingovernabile. «Preferisco il whiskey alle pastiglie» ha dichiarato il 37enne mentre i volontari del 118 e i vigili lo aiutavano salire sull’ambulanza che poi l’ha trasportato all’ospedale di Crema.

17 Ottobre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000