il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

‘No’ a una riforma malfatta

In san Vitale si è tenuto il convegno su sicurezza, tagli e accorpamenti organizzato da 'La Provincia'

‘No’ a una riforma malfatta

Zanolli, Pizzetti, Vezzini, Galimberti

CREMONA - Il treno della riforma è partito e questa volta non deraglierà: o lo si ferma o se ne devia il percorso. Per farlo, Cremona e l’intera provincia hanno una sola chance: quella di un movimento compatto, di un ‘noi’ che accantoni tutte le divisioni, che faccia valere le molteplici ragioni del territorio e spinga chi guida il Paese a capire che la norma, così come declinata in queste settimane, è sbagliata. Che spending review e riassetto della Repubblica devono condurre a un nuovo sistema in grado di dare forza e non indebolire i territori. Tanto più in materia di sicurezza e di presidio dei territori, vista l’entità dei fronti aperti: dall’antagonismo al terrorismo di matrice islamica, dalle infiltrazioni della mafia alle risorse da destinare all’immigrazione alla sfida della ‘cittadella sicurezza’ da realizzare in una parte dell’ex caserma Manfredini. 

Si parte da qui, dai concetti sviluppati in avvio dei lavori da Luciano Pizzetti, senatore e sottosegretario alle Riforme costituzionali, per illustrare il quadro — complesso ma in movimento — emerso nel corso del convegno sul tema ‘Tagli alla sicurezza - Cremona declassata’ che si è tenuto questa mattina nella ex chiesa di San Vitale su iniziativa del quotidiano La Provincia. Al tavolo dei relatori, a fianco del direttore della testata, Vittoriano Zanolli, il senatore Pizzetti, il presidente della Provincia, Carlo Vezzini e il sindaco Gianluca Galimberti. Seduti in sala, il prefetto, Paola Picciafuochi, il questore Gaetano Bonaccorso, i comandanti dell'Arma e della guardia di finanza, tenente colonnello Cesare Lenti e colonnello Antonino Costa, il comandante provinciale dei vigili del fuoco, Filippo Fiorello e di quello della polizia locale, Pier Luigi Sforza. Nutrita la presenza dei politici: dai deputati Danilo Toninelli (M5S) e Franco Bordo (Sel) ai consiglieri regionali Federico Lena (Lega Nord) e Carlo Malvezzi (Ncd).

il servizio sulla provincia di martedì 29 settembre

28 Settembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000