il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Lavori socialmente utili.
L’impegno dei migranti

Intesa fra Comuni e terzo settore: le attività previste

Lavori socialmente utili.L’impegno dei migranti

La marcia con i piedi scalzi di venerdì sera in città

CREMONA - Si chiamano ‘lavori socialmente utili’: variano dalla sistemazione alla pulizia delle strade, dallo sfalcio del verde alla raccolta delle foglie. Vengono solitamente affidati a cooperative sociali. Ma a breve, grazie al protocollo d’intesa in avanzata fase di stesura sotto l’egida dell’Azienda Sociale del Cremonese, li faranno anche i migranti ospitati a Cremona e nel territorio.

La conferma viene da don Antonio Pezzetti, che alla Casa dell’Accoglienza ospita un gran numero di profughi: «Ci sono stati incontri con l’assessore Rosita Viola, con i responsabili di Auser e del Terzo Settore ed ormai siamo ad un passo dalla firma del protocollo che, con l’Azienda Sociale del Cremonese, riguarderà tutti i Comuni». Lo schema è quello già provato da alcuni: iscrizione all’Auser come volontari e, di riflesso, il possibile impiego nelle attività. Nei mesi scorsi lo stesso don Pezzetti aveva stretto accordi col Comune di Cremona per la raccolta delle foglie: esperimento riuscito, anche se è durato poco. Le polemiche non mancheranno, «ma è una strada — conclude don Pezzetti — che bisogna comunque percorrere». E a proposito di ‘cammino’, è ampia la soddisfazione degli organizzatori della ‘marcia con i piedi scalzi’ che venerdì sera ha visto una considerevole partecipazione di cremonesi ed immigrati che, dalla Casa dell’Accoglienza, hanno raggiunto piazza del Comune.

LEGGI DI PIU' SULLA PROVINCIA DI DOMENICA 13 SETTEMBRE

12 Settembre 2015

Commenti all'articolo

  • They

    2015/09/13 - 07:07

    Caramellina per farci digerire i milioni di eruro quotidianamente buttati al vento...

    Rispondi

  • enrico

    2015/09/12 - 22:10

    La marcia a piedi scalzi? A cosa serve dovete ospitali in casa vostra . Se non è così e solo ipocrisia!

    Rispondi

  • xxx

    2015/09/12 - 20:08

    con tutti i disoccupati che le nostre città e comuni hanno,la brillante idea dei cattocomunsti cos'è.........????????........far lavorare a gratis i finti profughi al posto di pagare qualche disoccupato bisognoso di sbarcare il lunario.......... bravissimi.......gli ITALIANi..quelli veri,ve ne saranno riconoscenti.......

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000