il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASKET SERIE A

1°Trofeo del mare: Banvit-Vanoli (ore 21,30)

Biancoblu in campo al PalaSavelli di Porto san Giorgio

Vanoli all'esame Banvit

Tyrus McGee in azione

CREMONA — La Vanoli torna in campo venerdì 4 settembre dopo il primo scrimmage con la Dolomiti Energia Trento di sabato scorso, per affrontare alle ore 21.30, al PalaSavelli di Porto San Giorgio, la formazione turca del Banvit Basketbol Kulubu di Bandirma nel secondo incontro della prima giornata del ‘1° Trofeo del Mare - Memorial Pieralberto Baldoni’. Un match dal sapore internazionale e decisamente impegnativo per la formazione di coach Cesare Pancotto, contro un avversario di alto spessore visto che disputerà la prossima Eurolega. Alle 19.30 apriranno le ‘danze’ Brindisi e Torino.

La squadra turca può contare su un quintetto di prim’ordine formato dal 27enne play-maker statunitense Courtney Fortson (180 cm di altezza), con alle spalle due brevi esperienze nel campionato professionistico Nba con i Los Angeles Clippers e gli Houston Rockets. La guardia titolare è una vecchia conoscenza del campionato italiano, quel A.J. Slaughter che nel 2010-2011 è stato avversario della Vanoli con la maglia dell’Angelico Biella, mentre lo scorso anno era in forze al Panathinaikos; provvisto del doppio passaporto Usa-Polonia, Slaughter non sarà presente perché inserito nella rosa della nazionale polacca ad Eurobasket. Diverse esperienze in Europa anche per l’ala statunitense Dominique Johnson (28 anni, 196 cm), mentre nel ruolo di ‘quattro’ gioca il francese Adrien Moerman (ex Limoges), ala forte di 27 anni per 201 cm di altezza. Nel ruolo di centro titolare gioca l’ex nazionale sloveno Gasper Vidmar (28 anni, 208 cm), reduce dall’esperienza al Fenerbahçe Ulker e al Darussakafa.
Contro un avversario di questo livello, il compito della Vanoli oggi sarà quello di mostrare passi in avanti per quanto riguarda soprattutto la costruzione del gruppo e l’intesa sul campo. La gara disputata a Carisolo contro Trento ha mostrato già una buona condizione per quanto riguarda le ‘guardie’ (in particolare Tyrus McGee ed Elston Turner), mentre si è un po’ sofferto sottocanestro. La sensazione è che la Vanoli di quest’anno sia molto portata dal punto di vista offensivo, mentre c’è da lavorare per migliorare l’organizzazione difensiva. Il tempo non manca.

04 Settembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000