il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Si perde sull'Appennino
paura per un 30enne cremonese

L'uomo aveva perso l'orientamento. Decisivo l'intervento del soccorso alpino

Si perde sull'Appennino
paura per un 30enne cremonese

CREMONA - Brutta avventura, domenica pomeriggio, per un ragazzo cremonese di trent’anni che si è perso durante un’escursione negli Appennini tra Parma e Piacenza. Una volta scattato l’allarme si sono tutti mobilitati. Dopo quasi due ore i soccorritori hanno trovato il cremonese e lo hanno riportato al Passo del Pellizzone, dove ad attenderlo c’erano i genitori e dove era stato allestito il campo base delle ricerche.
Scattato l’allarme, sono entrati in azione alcuni volontari della stazione Monte Alfeo di Piacenza che, data la vicinanza al valico parmense, sono stati tra i primi a raggiungere il luogo della ricerca. Le condizioni di salute dell’escursionista, nonostante il grande caldo, sono buone. L’allarme è stato lanciato dalla centrale operativa 118 di Parma intorno alle 17. Gli uomini della stazione Monte Orsaro di Parma e, come detto, della Monte Alfeo di Piacenza del corpo nazionale di Soccorso alpino e speleologico sono subito entrati in azione. Il cremonese ha smarrito il sentiero nella zona compresa tra il Passo del Pellizzone e il Monte Carameto, tra i comuni di Bardi e Bore, in provincia di Parma, non distante dalla provincia di Piacenza. Il giovane è rimasto in contatto telefonico con i soccorritori ma, provato dal forte caldo, è stato a lungo incapace di individuare il sentiero per il rientro. La rapidità dei soccorritori ha fatto sì che tutto si concludesse senza gravi conseguenze.

21 Luglio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000