il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


GERRE DE' CAPRIOLI

Il Comune abbassa le tasse

L'amministrazione guidata dal sindaco Michel Marchi ha ridotto la Tasi e l'Imu, invariata l'addizionale Irpef

Il Comune abbassa le tasse

Il sindaco Michel Marchi

GERRE DE’ CAPRIOLI — Il Comune abbassa le tasse e restituisce alle tasche dei cittadini, complessivamente, 21mila euro. L’amministrazione guidata dal sindaco Michel Marchi ha ridotto la Tasi (la tassa sulla prima casa) passando dal 2,2 per mille all’1.99 per mille. Stessa cosa per l’Imu (l’imposta sulle seconde case e le attività produttive) che invece è passata dal 10,60 al 9,99 per mille. Invariata l’addizionale comunale Irpef che rimane stabile a quota 0,8 per cento. «L’obiettivo che ci siamo posti con questa operazione — spiega il primo cittadino — è di contenere la spesa attraverso azioni di ‘efficientamento’ dei servizi. La rinegoziazione delle tariffe legate alle utenze di luce e gas, la pubblica illuminazione a led e altri interventi hanno portato da subito a risparmi consistenti che, nonostante gli ulteriori tagli statali pari a circa 25mila euro, ci ha dato la possibilità di abbassare le tasse nei confronti dei nostri concittadini. Tutto questo senza ridurre i servizi, anzi: importantissimo il contributo messo a disposizione dall’amministrazione per sostenere l’ingresso di numerosi bambini, tutti residenti, alla scuola dell’infanzia che vedrà una nuova insegnante messa a disposizione dal circolo CremonaQuattro e una ulteriore educatrice pagata dal Comune. Teniamo particolarmente al fatto di tenere tutti i nostri bambini nella scuola locale per salvaguardare la crescita sociale e culturale del paese». Importanti anche le iniziative che, anche grazie ai fondi expo, permetteranno di ricominciare la navigazione fluviale, gli spettacoli e l’intrattenimento estivo per tutte le età. «Il Comune — conclude Marchi — torna così ad utilizzare il bilancio come un vero strumento di programmazione nel breve e nel lungo periodo uscendo da situazioni di emergenza per tornare a una programmazione controllata e predefinita, processi che non si risolveranno in pochi mesi, ma che offrono oggi buoni presupposti».

19 Luglio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000