il network

Martedì 22 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


CORTE DE FRATI

Azzali riconfermato sindaco
E' al terzo mandato

Azzali riconfermato sindaco
E' al terzo mandato

Il sindaco Rosolino Azzali al voto

CORTE DE’ FRATI — Rosolino Azzali è stato riconfermato, per il terzo mandato consecutivo, sindaco di Corte de’ Frati per i prossimi cinque anni. Un verdetto scontato, si potrebbe pensare, visto che la lista ‘Uniti per Corte de’ Frati’ è stata l’unica mettersi in gioco, ma non è così. Il primo cittadino uscente infatti sino all’ultimo ha temuto di non raggiungere il quorum e che la gente desse per scontata la rielezione. A ‘giocare’ a suo sfavore ci si è messo anche il ‘Movimento democrazia per Corte de’ Frati’ che venerdì ha distribuito un volantino anonimo in cui si invitavano i cittadini all’astensionismo. Un invito che non è stato accolto. L’affluenza alle urne infatti è stata piuttosto buona già dal mattino. Alle 12 infatti, su 1221 aventi diritto, se erano recati alle urne il 23,50 per cento. Solo nella serata, intorno alle 20, il quorum è stato superato e dunque Azzali ha avuto la vittoria in tasca.
Una giornata di attesa, con il fiato sospeso. Ieri mattina, poco dopo le 9, il primo cittadino uscente, ha raggiunto a piedi le ex scuole, in una mano la tessera elettorale, nell’altra il documento di identità. Un saluto veloce alle forze dell’ordine all’ingresso del seggio e agli scrutatori, una stretta di mano al presidente di sezione e poi veloce nella ‘cabina’ per esercitare il proprio diritto di voto. Dopo aver riposto la scheda nell’urna e aver salutato alcuni concittadini che lo hanno fermato all’ingresso (tra cui anche un cittadino originario della Romania che da poco ha ottenuto la cittadinanza italiana), è tornato a casa, sempre a piedi, in attesa del risultato finale.
Al termine delle operazioni di spoglio, iniziate alla chiusura dei seggi, è arrivata la conferma: Azzali è di nuovo sindaco. «Sono molto contento — ha detto — che la gente si sia recata alle urne e abbia esercitato il diritto del voto. Proseguiremo nel lavoro iniziato nel precedente mandato con la massima serietà e disponibilità».

01 Giugno 2015