il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Strada, metafora della vita
Pioggia di appalusi per i laboratori Anffas

Attori e ballerini sul palco del Monteverdi

Strada, metafora della vita
Pioggia di appalusi per i laboratori Anffas

CREMONA - La strada è una delle tante metafore della nostra vita. Tutto inizia con la nascita e con qualcuno che, prendendoci per mano, ci accompagna fino al momento in cui scegliamo con quali scarpe percorrere la nostra via. Durante la nostra vita facciamo scelte, errori, ci accorgiamo che la strada non è sempre dritta come vorremmo, ma è piena di bivi. La strada è un incrocio di vite: conoscerle o non conoscerle è la scelta di un attimo.
Potrebbe bastare questo preambolo per sintetizzare ‘Direzioni’, lo spettacolo del cartellone “Tra palco e città”, la rassegna cittadina di teatro integrato, andato in scena in un teatro Monteverdi gremito di spettatori. Un crogiolo di danza e teatro, dalla durata di un’ora circa, un viaggio entusiasmante fatto di parole, gesti e movimenti, frutto di un percorso di squadra che porta a risultati inaspettati. La rappresentazione è il risultato del lavoro svolto nei laboratori di drammaterapia e danzamovimento di ‘Anffas Cremona Onlus’, l’associazione di famiglie con persone disabili, coordinato da Marcella Bonelli. A curarne il ‘dietro le quinte’ anche alcuni studenti delle scuole superiori cittadine, che hanno preso parte attivamente al laboratorio teatrale, accompagnando gli attori in scena. Il lavoro di un anno, che ha visto come tema principale quello della strada, si è concretizzato proprio in una prima rappresentazione per gli studenti seguita da una replica alle 20,30 aperta a tutti. I ragazzi dell’associazione ‘Anffas’, una trentina in tutto e divisi fra attori e ballerini, hanno intrattenuto il pubblico con la loro spontaneità e con i loro sorrisi. La regia della pièce è stata curata da Alberto Ghisoni e Serena Buongiorno (educatori dell’associazione). Grandi applausi ad entrambe le rappresentazioni, per uno spettacolo che ha saputo convincere, intenerire e coinvolgere emotivamente il numeroso pubblico presente in sala.

 

22 Maggio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000