il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Ipotesi ex scuola edile per i profughi

Ma non ci sono i soldi per sistemarla. Le istituzioni a caccia di immobili per fronteggiare gli arrivi

Ipotesi ex scuola edile per i profughi

L’ex scuola edile di via Bergamo

CREMONA - Continua la ricerca di immobili dove accogliere gli immigrati che arriveranno nei prossimi giorni. La prefettura aveva messo, a quanto pare, gli occhi sull’ex Scuola edile, in via Bergamo. Ma l’amministrazione comunale, proprietaria dello stabile, ha fatto presente che sarebbero stati necessari alcuni interventi per sistemare l’edificio e renderlo agibile a tutti gli effetti. L’importo degli interventi si aggira intorno ai 20mila euro. Risultato: la struttura, almeno per il momento, è uscita dall’elenco delle possibili risposte. Si è tornati a parlare anche della caserma Manfredini, in via Bissolati, ma è difficile che alla fine se ne faccia qualcosa. Gli afflussi di immigrati dovrebbero riprendere tra oggi e domani: ne sono attesi cinque, e così anche per i prossimi giorni. Di recente l’Uppi, Unione piccoli proprietari immobiliari, ha ricevuto la lettera con la quale la prefettura sta sondando il terremo sull’emergenza abitativa. Luca Curatti, presidente dell’Uppi (dai 900 ai mille iscritti), ha risposto, l’altro ieri, confermando, in un’ottica ministeriale che ha dato l’input a trovare case, la disponibilità dell’associazione, «che non si è mai tirata indietro». Ma ad una condizione: «Si chiede una regolamentazione che rispetti i diritti di tutti. Uppi è disposta, ma nel rispetto delle regole e delle reciproche tutele». Per il presidente, sono diverse le questioni da affrontare, dal canone alla tempistica e alle modalità. «Bisogna capire — ha detto Curatti — che cosa intendano per case, perché se in una casa si possono ospitare due persone e poi se ne trovano dentro venti, è chiaro che non va bene. Devono essere individuate tipologie di appartamento adatte e dimensionate ai nuclei che vi troveranno ospitalità».

22 Aprile 2015

Commenti all'articolo

  • Cittá Giurassica

    2015/04/24 - 09:09

    Capito che bel governo che abbiamo.Loro prendono i soldi dall europa, non li danno ai comuni che sono obbligati ad alzare a noi cittadini le tasse e ti obbligano a prendere il pacchetto immigrati. Non è per razzismo perchè loro non c'entrano, ma a causa dei ns politici farabutti siamo costretti ad accendere dei fiammiferi per non farli restare nella ns cittá.

    Rispondi

  • They

    2015/04/24 - 07:07

    Impressionante come il governo cerchi in tutti i modi di farci invadere da questa gente mettendoci impegno come mai visto prima e tralasciando i problemi REALI del Paese. Probabilmente daranno la cittadinanza a tutti con diritto di voto mettendo in cassaforte le loro poltrone dorate...

    Rispondi

  • enrico

    2015/04/23 - 20:08

    L'Inghilterra e pronta con le navi ma non vuole i migranti e cosi la pensano anche gli altri governi dunque alla fine non cambierà niente. Tutti qua da noi. Intanto a milano tra i profughi ci sono i primi casi di scabbia.

    Rispondi

  • arcelli

    2015/04/23 - 16:04

    Finchè lo stato impiegherà i miei soldi per sistemare e mantenere questi zozzoni mentre abbiamo strade colabrodo e servizi osceni,sarô lieto di evadere il piû possibile

    Rispondi

  • enrico

    2015/04/23 - 12:12

    Allegria.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000