il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

La 'banda del grimaldello' in libertà

Tutti fuori per decorrenza dei termini. Ladri specialisti, avevano commesso furti in serie in abitazioni lussuose di Cremona e provincia

La 'banda del grimaldello' in libertà

Incursione in un'abitazione in una foto d'archivio

CREMONA - Una mancata notifica, l’udienza che salta. E così, ora, sono già tutti liberi, per decorrenza dei termini, i presunti componenti della ‘banda del grimaldello bulgaro’ che aveva più volte colpito anche a Cremona e nel Cremonese. Si tratta del gruppo che aveva messo nel mirino appartamenti di lusso in città e una casa di riposo in provincia e che era stata disarticolata lo scorso ottobre, con otto arresti, dai carabinieri del nucleo investigativo di Piacenza.

Erano tutti accusati di ‘associazione a delinquere finalizzata al furto e alla ricettazione’ e da qualche tempo sette si trovavano ai domiciliari ed uno era già stato rimesso in libertà. Più di venti i furti accertati nel territorio: incursioni da decine di migliaia di euro in abitazioni del capoluogo, di proprietà di famiglie note quanto facoltose, commesse a cavallo tra i mesi di dicembre e gennaio 2013 e poi anche razzia al ricovero di Soresina.

 

Leggi di più su La Provincia di mercoledì 15 aprile

14 Aprile 2015

Commenti all'articolo

  • arcelli

    2015/04/15 - 12:12

    Complimenti ai giudici di sinistra. Fosse stato un italiano evasore avrebbero falsificato le date. Vien voglia di delinquere in un Paese cosî

    Rispondi

  • Massimo

    2015/04/15 - 09:09

    Ma la notizia dov'è?

    Rispondi

  • alessandro

    2015/04/15 - 01:01

    e che commento vuoi lasciare? che se fossi bulgaro di madre albanese e padre rom, anche io verrei a svernare in italia e a razziare "decine di migliaia di euro in abitazioni del capoluogo", cosi recita l articolo, a spese di quei coglioni di italiani. che cazzo di altro c è da commentare? visto come è andata

    Rispondi

  • enrico

    2015/04/14 - 21:09

    Complimenti di bene in meglio bravissimi bel lavoro. Chi sbaglia paga mancata notifica niente stipendio. Secondo errore a casa. Fantascienza

    Rispondi

  • They

    2015/04/14 - 21:09

    Spero che il prossimo colpo di questi delinquenti sia ai danni di una casa di qualche giudice...

    Rispondi

    • Alessio

      2015/04/15 - 11:11

      concordo al 1000 per 100

      Rispondi

Mostra più commenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000