il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Rapina impropria in un negozio d'abbigliamento, identificate e indagate 5 persone

La titolare cinese del punto di vendita violentemente spintonata, i rapinatori sono dell'Est europeo

Rapina impropria in un negozio d'abbigliamento, identificate e indagate 5 persone

Un'auto della polizia

CREMONA - Il personale della Polizia di Stato, ufficio Squadra Mobile,mercoledì 25 marzo ha identificato e indagato 5 persone colpevoli di aver commesso una rapina impropria ai danni di un negozio d’abbigliamento gestito da cinesi.

Verso mezzogiorno di  martedì 24, infatti, la sala operativa della Questura ha ricevuto una chiamata da parte dei proprietari del negozio i quali affermavano di essere stati da poco rapinati. La sala operativa inviava immediatamente una volante della polizia la quale si metteva alla ricerca dei rapinatori, fuggiti in macchina, ma invano.

Tornati al negozio insieme con una pattuglia della Squadra Mobile si ricostruiva la dinamica della rapina. I due proprietari del negozio, marito e moglie, hanno riferito ai poliziotti che poco prima erano entrati nel locale 5 persone, 3 donne e 2 uomini probabilmente dell’Europa dell’Est, le quali dopo aver visto alcuni capi di abbigliamento arraffavano vestiti e cercavano di fuggire. La proprietaria ha cercato di fermarle, riuscendo anche a tirare via da una delle borse utilizzate alcuni indumenti, ma è stata violentemente spintonata da una delle donne.

Anche il marito ha cercato d’intervenire, ma è stato bloccato dai due uomini che, dopo aver permesso alle loro complici di uscire, si allontanavano a bordo di un’auto.

Nonostante la situazione concitata il proprietario è riuscito ad annotare la targa dell’auto. Grazie a questo dato i poliziotti hanno potuto verificare che proprio quell’auto era stata fermata, pochi giorni prima, in provincia di Mantova con a bordo, guarda caso, 5 persone, 3 di nazionalità polacca e 2 di nazionalità romena, alcune con numerosi precedenti. A questo punto in fase di denuncia è stato predisposto un album fotografico che una volta mostrato ai due commercianti ha permesso d’identificare tutti e cinque i rapinatori. Al momento sono in corso le ricerche per rintracciarli in quanto sono tutte senza fissa dimora.

28 Marzo 2015

Commenti all'articolo

  • alessandro

    2015/03/29 - 20:08

    ..un pò invidio mio cugino che a 24 anni è andato a lavorare in Australia. bravo!!! là se non hai un lavoro e non sai la lingua, ti sbattono nell'oceano. Se avessi la metá degli anni e non avessi due figlie a cui pensare, andrei anche io, pur di non restare in questo PAESE DI MORTI VIVENTI DEL C...O

    Rispondi

  • They

    2015/03/29 - 09:09

    Si ho capito, ma anche se li prendono poi i giudici li rilasciano subito, basta vedere che hanno MOLTI precedenti penali ma continuano le loro azioni delinquentose come nulla fosse. So boti e a ca sua subit...

    Rispondi

  • Corrado

    2015/03/28 - 14:02

    Sterilizzare.......

    Rispondi

  • enrico

    2015/03/28 - 14:02

    Siamo alle solite.adesso saranno presi e denunciati e subito liberati per poter commettere altri fatti analoghi o speriamo di no peggiori.queste persone fanno così in Italia perché sanno che non gli faranno niente.a casa loro non si comportano così perché la vanno dentro e ci restano.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000