il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Sottopasso avanti, apertura ad aprile

Tempi stretti per ultimare i lavori, sul senso di marcia solo ipotesi

Sottopasso avanti, apertura ad aprile

La posa del manufatto

CREMONA - Obiettivo al fine dei lavori, e quindi apertura del sottopasso di via Brescia, il 20 di aprile. Come annunciato, all’indomani della felice collocazione del gigantesco ‘impalcato’, del peso di 210 tonnellate, sotto i binari della ferrovia, fatta dalla Paolo Beltrami spa, insieme alla ditta Fagioli, in sinergia con CentroPadane Comune, settore lavori pubblici. Neve superata, tempo che finalmente aiuta e maestranze dell’impresa di Paderno sempre all’opera. 

Opera attesa dai residenti della zona e da tutta la città, perché finalmente verrà superata quella ‘strozzature’, provocata dal passaggio e livello che, a sbarre abbassate, ha sempre provocato code interminabili, con conseguenti arrabbiature. Dalle fine di aprile, quando il sottopasso verrà inaugurato, resteranno solo un ricordo. Ma poi bisognerà risolvere il problema della direzione di marcia: l’amministrazione comunale, d’intesa con la polizia locale, sta pensando al senso unico da porta Venezia verso Robecco, giusto per capirci, ma ci sono perplessità da parte dei residenti di Borgo Loreto che temono di essere ulteriormente allontanati dal resto della città e costretti a passare da via Persico.

28 Febbraio 2015

Commenti all'articolo

  • sergio

    2015/03/02 - 10:10

    Questa del senso unico sarebbe davvero una beffa! Da questo sottopasso non transiteranno mezzi pesanti e autobus, sono sicuro che si possano stringere le carreggiate, mettere dei dossi e un segnalatore di velocità a 30 Km/h, ecc. ma impedire l'ingresso in città a chi proviene da questo lato, caricando la tangenziale, la rotatoria, e l'altro sottopasso non è una idea intelligente (a proposito, stiamo ancora aspettando che sistemino la segnaletica a terra in via persico: tra righe gialle, bianche, strisce pedonali che ci sono e non si possono usare, asfalto difettoso e quant'altro stiamo rasentando il ridicolo. C'è qualcuno in comune in grado di dire all'impresa Beltrami che non ha ancora finito? Speriamo).

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000