il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Apic, "Feroldi non è credibile"

Le motivazioni della sentenza: "Gestione scriteriata"

Apic, "Feroldi non è credibile"

L'avvocato Cortellazzi con Franco Feroldi

CREMONA - Una «gestione scriteriata», dovuta alla «assenza di adeguati controlli» sul modo di operare di Franco Feroldi, l’ex dirigente dell’Apic (l’Associazione promozione di iniziative culturali attualmente in liquidazione), che gestì «la contabilità dell’associazione come se fosse cosa propria», non versando nelle casse del Comune, tra il 2005 e il 2007, circa 160 mila euro, cioè il 50 percento dei biglietti staccati al museo civico e alla sala dei violini. Così è per il tribunale che nel condannare (l’1 luglio scorso) per peculato Feroldi a tre anni e sei mesi di reclusione, spiega il perché nelle diciannove pagine di motivazione della sentenza. Il presidente Maria Stella Leone, il giudice Francesco Sora (che ha scritto la sentenza) e il giudice onorario Cristina Pavarani non hanno ritenuto convincenti le spiegazioni fornite da Feroldi al processo sul perché di quegli ammanchi.

 

Leggi di più su La Provincia di mercoledì 25 febbraio

24 Febbraio 2015

Commenti all'articolo

  • giuseppe

    2015/02/25 - 08:08

    Feroldi sta al caso APIC come Schettino sta al caso della Costa Crociera schiantatasi al Giglio. Certo che Feroldi ha sbagliato in maniera grossolana e quindi va giustamente condannato, ma tutta la politica locale che per anni non ha controllato niente, anzi ha controllato ed ha approvato (che è ancora peggio) creando una voragine di debito di cui però si è stranamente nessuno parla più (visto appunto che c'è il "pollo" da prima pagina) dove è? Il buco dell'APIC è per cremona una vergogna della politca di sinistra locale finita nel porto delle nebbie come un qualsiasi scandaletto "romano" : VERGOGNA. Evidentemente devono avere "mangiato" talmente in tanti e non solo politici evidentemente che è meglio far dimenticare a tutti i cittadini dandoci in pasto il solo Feroldi che ovviamente non ha fatto niente per migliorare la situazione anzi ne ha approfittato. Io aspetto ancora di conosccere i nomi di coloro che a spese APIC hanno mangiato, viaggiato, comprato, e soprattutto sperperato.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000