il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Evade dai domiciliari, ma ci ritorna poche ore dopo

Un 50enne condannato per furto di bici in stazione

Evade dai domiciliari, ma ci ritorna poche ore dopo

CREMONA - Evade dai ‘domiciliari’ ma viene intercettato dai poliziotti, arrestato e poi processato. E una volta uscito da palazzo di giustizia, con a carico una condanna, torna ai ‘domiciliari’. Questa la sorte toccata nelle scorse ore a un cinquantenne, con alle spalle alcuni problemi con la giustizia, finito oltre le sbarre lo scorso autunno dopo essere stato bloccato in relazione a un furto di biciclette alla stazione ferroviaria. A ottobre era stato bloccato dagli agenti della squadra volante mentre, dotato di arnesi da scasso, stava mettendo a segno un secondo furto di bicicletta. Nei giorni successivi, dopo le prime ore trascorse in camera di sicurezza, nei suoi confronti erano stati disposti i ‘domiciliari’, che però, come detto, ha violato. I poliziotti lo hanno trovato fuori casa ed è scattato, inevitabile, l’arresto. Dopo la convalida dell’arresto, è stato processato con rito alternativo. Epilogo: otto mesi di reclusione e ritorno ai ‘domiciliari’.

24 Febbraio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000