il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Terremoto nel Pd, nasce un nuovo gruppo

I consiglieri Fiamma e Chiappani hanno ufficializzato il loro 'Con Renzi per Cremona'

Terremoto nel Pd, nasce un nuovo gruppo

Il municipio di Cremona

CREMONA - 'Terremoto' nel Pd : due consiglieri comunali, Renato Fiamma e Carla Chiappani, sono usciti dal gruppo democratico e, stamattina (lunedì 23 febbraio), ne hanno formato ufficialmente un altro: "Con Renzi per Cremona'. "Usciamo dal gruppo ma non dal partito. Siamo renziani doc e vogliamo dare una scossa", spiega Fiamma.

 

"Abbiamo sostenuto fin dall'esordio il percorso politico di Matteo Renzi - spiegano Fiamma e Chiappani - riteniamo che il nostro segretario politico nonché premier sia quanto di meglio il sistema politico del nostro Paese abbia prodotto negli ultimi trent'anni. È Matteo Renzi il protagonista di un'epocale inversione di tendenza: è lui che riavvicinerà i cittadini italiani alla politica. È lui che si farà carico di restituire all'Italia un ruolo guida nella delicatissima congiuntura che la costruzione europea sta attraversando. Noi non stiamo con Stefano Fassina, con Enrico Letta, con Felice Casson, con Corradino Mineo, con Pippo Civati, con Miguel Gotor. Noi siamo del PD e stiamo con Matteo Renzi. Stiamo con Renzi qui a Cremona, e ci stiamo per Cremona. Non siamo certo pentiti di aver sostenuto con forza Roberto Galletti al congresso cittadino del PD. Abbiamo sempre ritenuto Rodolfo Bona un eccellente capogruppo. Seguiteremo a supportare l'esperienza amministrativa che vede protagonista il PD nell'azione di governo della città a sostegno del nostro sindaco, Gianluca Galimberti. Tuttavia, vi è necessità immediata che il timbro politico renziano dell'azione amministrativa del PD di Cremona campeggi in primo piano. Senza Renzi non esiste il PD del 41 per cento. Senza Renzi esisterebbe un partito che si consegnerebbe ad una vocazione minoritaria. Ed è quanto noi desideriamo concorrere a scongiurare".

 

E non si è fatta attendere la presa di posizione del Pd. "Modalita' sbagliate. In questo modo si pongono fuori", dice il segretario cittadino Roberto Galletti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

23 Febbraio 2015

Commenti all'articolo

  • koglione

    2015/02/23 - 15:03

    mah.....povera Italia........

    Rispondi

  • Andreassi

    2015/02/23 - 14:02

    Ma allora è tornata la Democrazia cristiana con le sue correnti? Quelle che davano i brividi di freddo ad Amintore Fanfani, imitato da Noschese alla perfezione?

    Rispondi

  • Andreassi

    2015/02/23 - 14:02

    Ma il gruppo consiliare Pd non è già abbastanza "renziano"?

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000