il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CAORSO

Chiedono indicazioni e rubano la collana

Vittima un’anziana, in azione un uomo e due ragazze. Sventato un secondo colpo

Chiedono indicazioni e rubano la collana

Monili d'oro in una foto d'archivio

CAORSO — La banda delle catenine d’oro è tornata a colpire, in pieno centro paese: un furto con destrezza, ai danni di un’anziana caorsana, è andato a segno giovedì mattina e un secondo è invece sfumato l’altro ieri pomeriggio. Ad entrare in azione sono stati un uomo, descritto come distinto e ben vestito, insieme a due giovani donne. I tre hanno avvicinato una signora in via Roma e le hanno chiesto indicazioni per raggiungere la casa di riposo del paese: «Sa, dobbiamo andare a trovare la nostra cara zia di 95 anni, che non vediamo da un po’ di tempo».

La donna, credendo che la richiesta di informazioni fosse reale, ha iniziato a spiegare al terzetto la strada per raggiungere l’ospizio e quando ha terminato le due ragazze l’hanno abbracciata con la scusa di ringraziarla. Una riconoscenza un po’ troppo calorosa e infatti, quando il gruppetto si è allontanato velocemente, la caorsana si è resa conto che la sua catena d’oro dal valore di diverse centinaia di euro era svanita nel nulla. La stessa scena, con identico modus operandi del terzetto, si è ripetuta sempre in centro paese ai danni di una donna più giovane che però non è caduta nel tranello: dopo avere fornito indicazioni sulla strada per raggiungere la casa di riposo, ha tenuto a distanza le due donne e l’uomo, rifiutando qualsiasi abbraccio.

L’accaduto è stato segnalato ai carabinieri, ma è anche stato divulgato attraverso la ‘Rete allerta Caorso’ su WhatsApp per fare in modo che nessun caorsano caschi più nella rete di questi truffatori. Contemporaneamente, sempre a Caorso, è stata segnalata nei giorni scorsi una station wagon rosso scuro con a bordo due uomini che con insistenza hanno chiesto di entrare in alcune abitazioni di anziani per proporre contratti luce e gas. In questo caso però non ci sarebbero state conseguenze.

 

22 Febbraio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000