il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Palestra inagibile alla Stradivari

Da tre settimane in segreteria il soffitto è puntellato

Palestra inagibile alla Stradivari

Impalcature nella segreteria inagibile

CREMONA - La palestra della scuola Stradivari è inagibile e bisognerà attendere il prossimo anno scolastico per poterla di nuovo utilizzare: i lavori di recupero sono importanti e abbisognano di tempo. La nevicata del 6 febbraio scorso ha peggiorato le cose, facendo danni irreparabili al tetto. «Una situazione che abbiamo tamponato grazie alla collaborazione del Comune — afferma il dirigente del Cremona 5, Daniele Pitturelli —. I bambini continuano a fare attività motoria. Gli alunni delle classi prime e seconde usufruiscono della palestra annessa all’asilo Gallina, mentre le classi terze, quarte e quinte vanno a fare ginnastica presso la palestra della Manzoni». E se i danni della nevicata sono evidenti soprattutto nel parco interno della scuola con rami spezzati che attendono di essere recuperati, non va meglio all’interno. Le segretarie ci scherzano, ma: «Sono quattro pali da lap dance», sta di fatto che le impiegate della segreteria amministrativa devono convivere da tre settimane con un impalcatura volta a puntellare il soffitto; una questione di sicurezza». Il Comune in merito osserva: «La Giunta approverà il piano complessivo di interventi sulle scuole, un piano inesistente e che abbiamo dovuto fare completamente ex novo — spiegano dal Comune —. La situazione della palestra della scuola Stradivari è nota. I nostri tecnici hanno fatto gli opportuni accertamenti e si sta lavorando al progetto di recupero». «La Stradivari non è l’unica scuola della città ad aver bisogno di interventi — spiegano ancora dal Comune —. Si tratta di interventi importanti, per questo stiamo lavorando per accedere a fondi messi a disposizione dallo Stato per la sicurezza delle scuole. Se non riusciremo ad accedere a questi finanziamenti abbiamo già messo in atto azioni per recuperare risorse al fine di intervenire ugualmente. La palestra Stradivari è uno di quei casi che non può concedere alcuna dilazione nel tempo, anche se l’importanza dell’intervento richiede di attendere la chiusura delle scuole». Insomma fra i denti si dice che un’emergenza edilizia scolastica in città c’è e bisogna correre ai ripari.

20 Febbraio 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000