il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Molti comuni della provincia senza luce e acqua
Ecatombe di piante in città

A21 chiusa fra Piacenza e Pontevico

Molti comuni della provincia senza luce e acqua
Ecatombe di piante in città

A21 chiusa per neve tra Piacenza e Manerbio

- ore 14, 10: si è appena conclusa una riunione in Prefettura nel corso della quale sono state evidenziate le maggiori criticità.

Ora la preoccupazione principale riguarda la rimozione della neve da strade e parcheggi. Si inizierà dal centro città verso i quartieri della periferia. Probabilmente la neve verrà accumulata nel parcheggio delle piscine. Altro grande tema affrontato è quello della bonifica dei giardini, a cominciare da quelli pubblici. Un'ecatombe, l'ha definita l'ingegner Pagliarini. Il parco al Po è "come se fosse stato bombardato".  Altro vertice in Prefettura è previsto per le 19. 

- ore 13: A 21 chiusa tra Piacenza e Pontevico e Padana Inferiore bloccata da ore all'altezza di Caorso per un camion di traverso, subito si sono formate lunghe colonne di auto. Castelvetro senz'acqua, Caorso e frazioni senza elettricità dall'alba (Enel dice che non ripristinerà prima delle 17) e senz'acqua. Sempre a Caorso molti quartieri sono anche senza telefono, incidente fra due camion a San Pietro in Cerro, albero caduto a Villanova.

 

- ore 12,30: riunione urgente in Prefettura con Enel per risolvere la mancanza di luce e acqua in molti comuni della Provincia fino al Casalasco.

- ore 12: Aem informa che, a causa delle condizioni meteo, per la giornata di oggi 6 febbraio e domani 7 febbraio sono sospesi i servizi di raccolta rifiuti e differenziata in tutta la città.  Si invitano pertanto i cittadini a ritirare i contenitori e i sacchi esposti per la raccolta, anche per evitare che intralcino le operazioni di pulizia dei marciapiedi.
Eventuali recuperi saranno comunicati successivamente. Per info:  AEM Gestioni srl - Servizio Nettezza Urbana, tel. 0372 41866 – 4181 – info@aemcremona.it –www.aemcremona.it

 - ore 11,15: l'autostrada A21 chiusa da Piacenza a Manerbio 

- ore 11:  Comune e Aem impegnati tutta la notte per l'emergenza neve. Anche il sindaco Gianluca Galimberti, poco dopo la mezzanotte, ha visitato il Servizio Strade all'ex Macello per fare il punto della situazione con l'Assessore al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini, il dirigente ai Lavori Pubblici Marco Pagliarini e i tecnici di Aem. La neve ha raggiunto il livello straordinario di 50 centimetri e sono previste ancora precipitazioni. Per Comune e Aem un lavoro ininterrotto: tutte le 50 lame spartineve sono state messe in azione e sono già stati chiamati altri mezzi per portare via la neve. Al lavoro anche gli uomini delle Serre comunali per la messa in sicurezza delle piante e 17 squadre per la pulizia dei marciapiedi. Data la straordinarietà della nevicata e i disagi che necessariamente ne derivano, si consiglia di rimanere in casa e di uscire solo se strettamente necessario. Già previsto un incontro in Prefettura nella primissima mattinata di oggi.

- ore 11: Dopo la riunione in Prefettura della prima mattinata, la Giunta si è riunita in Comune con Segretario Generale Pasquale Criscuolo, il dirigente Marco Pagliarini e il comandante Pierluigi Sforza per fare il punto della situazione. Grande dispiegamento di forze per Comune e Aem: dalla notte tutte le 50 lame spartineve sono state messe in azione e sono già stati chiamati altri mezzi per portare via la neve. Al lavoro anche gli uomini delle Serre comunali per la messa in sicurezza delle piante e 17 squadre per la pulizia dei marciapiedi. E’ stato allertato anche l’Esercito e il call center della Protezione Civile è attivo dalle 5.30 di questa mattina al numero 0372 453024. Il Comune di Cremona e Aem stanno lavorando per limitare al massimo i disagi, per risolvere i problemi verificatisi in alcune zone della città sulla rete elettrica e idrica, per mettere in sicurezza i punti critici. Vigili urbani mobilitati in diverse zone della città per gestire la viabilità.


SCUOLE, L’ORDINANZA DEL SINDACO
Preso atto del comunicato della Prefettura delle ore 8.30 del giorno 6 febbraio 2015 che dice: ‘Attesa l’intensità dell’evento, considerato che le previsioni meteo prevedono che i fenomeni meteo avversi possano perdurare per tutta la giornata di oggi, fino eventualmente alla mattinata di domani 7 febbraio, si ritiene opportuno sensibilizzare le SS. LL. alla chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, fino a tutta la giornata di sabato 7 febbraio compresa’, ai sensi dell’articolo 54, comma 4, del D. Lgs. 267/2000, il sindaco del Comune di Cremona Gianluca Galimberti ha firmato l’ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per la giornata di oggi, venerdì 6 febbraio 2015, e di domani, sabato 7 febbraio 2015 a salvaguardia della pubblica e privata incolumità.


MERCATO SOSPESO E CIMITERI CHIUSI
Il mercato di domani, sabato 7 febbraio, è sospeso. Il Civico Cimitero di Cremona e i cimiteri sub-urbani di Cavatigozzi, San Savino e Gerre Borghi rimarranno chiusi nei giorni di venerdì 6 febbraio, sabato 7 febbraio e domenica 8 febbraio.
Chiusi per ragioni di sicurezza Museo Archeologico, mostra "La matematica tra le mani" presso S. Maria della Pietà e sala Puerari di Palazzo Affaitati, pertanto la prevista conferenza di Luigi Galasso "Il sugo e il diritto. Alla tavola di Trimalchione" è rimandata al 27/2 ore 17. L'accesso al Museo di Storia Naturale per gli stessi motivi potrà avvenire attraverso la Pinacoteca.


Si segnala che il servizio di trasporto pubblico e il servizio di raccolta dei rifiuti sono sospesi.

 

- ore 10: sotto il peso della neve molte piante hanno ceduto e rami sono caduti sulle auto in sosta e sulla sede stradale. Ai giardini pubblici ha ceduto un grosso cedro, in via Santa Maria in Betlem nei pressi dell’asilo San Giorgio i rami caduti hanno provocato la rottura di cavi della luce. Molte zone della città sono ancora senza luce.

 

- ore  9,30: giornata di riposo forzato per i grigiorossi. Doveva essere l'allenamento di rifinitura, l'ultimo prima di partire alla volta di Bolzano dove domani è in programma la sfida con il Sudtirol. Lo staff tecnico (Giampaolo e il vice Micarelli) sono però bloccati al Palace Hotel di Costa Sant'Abramo, mentre il Centro Arvedi di via Postumia è irraggiungibile perché le strade, ma soprattutto il parcheggio, sono ricoperti da trenta centimetri di neve. 

 

- ore 9:  La neve è caduta copiosa com'era stato previsto, causando disagi ovunque.

Per ore, sia in città che nei paesi, è mancata la luce e l'acqua. Malagnino, Sesto, Maristella, interi quartieri cittadini sono rimasti al buio e al freddo per lungo tempo. In alcuni casi gli studenti che si sono avventurati ad andare a scuola non hanno trovato i pullman ad attenderli. Chi è riuscito ad arrivare a piedi si è sentito dire che non veniva garantito il servizio mensa e che restava da risolvere il problema del riscaldamento.

Intorno alle 9 meno un quarto è arrivata l'ordinanza della prefettura sulla chiusura delle scuole, lasciando ai dirigenti la libertà di decidere.

Alcune scuole, come la Virgilio, avevano già deciso autonomamente la chiusura in quanto anche l'impianto di riscaldamento risultava fuori uso.

Molti genitori si domandano come mai non si sia proceduto alla sospensione dell'attività didattica già da ieri sapendo che le condizioni meteo sarebbero state proibitive.

06 Febbraio 2015

Commenti all'articolo

  • giulio

    2015/02/07 - 09:09

    Dove sono protezione civile ed esercito? Non si possono lasciare migliaia di persone al freddo senza energia elettrica da oltre 24 ore. Portate i generatori se enel non riesce a risolvere i problemi, non è emergenza questa?

    Rispondi

  • giulio

    2015/02/07 - 08:08

    A Cignone siamo ancora senza energia elettrica! Funzione solo il semaforo, decine di case al freddo e al buio, la farmacia è senza luce, cosa aspettano a ripristinarla? È più di 24 ore che siamo senza energia elettrica.

    Rispondi

  • Renato

    2015/02/06 - 17:05

    RENATO sono allibito e sconcertato per quello che è accaduto oggi, alla luce dei miei 53 anni non mi era mai capitato di non avere elettricità con tutti i problemi annessi tipo caldaia murale spenta e di conseguenza 15 gradi in casa per 12 ORE RIPETO 12 ORE, ma mi chiedo,l'ENEL COME GESTISCE QUESTI PROBLEMI ??mi farebbe piacere avere una risposta dagli interessati.

    Rispondi

  • anna

    2015/02/06 - 14:02

    La prefettura prima di occuparsi dei parcheggi e delle piante di parco Po dovrebbe cercare di riattivare la corrente elettrica in provincia. A Olmeneta manca luce acqua telefono e riscaldamento da stanotte.

    Rispondi

  • carmen

    2015/02/06 - 10:10

    si era prevista una abbondante nevicata.......prendere decisioni ieri sospendere le scuole.....no è.......passano gli spazza neve ma che disagi quando davanti a un passo carraio con la pala te ne scaricano davanti una montagna.....

    Rispondi

Mostra più commenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000