il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Piano emergenza neve, 'Comune di Cremona e Aem subito attivi'

Nessun disagio grave, ma non sono mancati alcuni incidenti

Piano emergenza neve, 'Comune di Cremona e Aem subito attivi'

Nevicata di giovedì 5 febbraio a Cremona

CREMONA - Il picco è atteso tra la giornata di giovedì 5 e venerdì 6 febbraio, con la caduta di circa 30 centimetri di neve, ma già dalla mattinata di giovedì 5 febbraio i primi fiocchi hanno cominciato a imbiancare la città.

 

Inviaci le tue foto e i tuoi video della nevicata a sito@laprovinciacr.it

FOTO E VIDEO

 

Non si sono registrati problemi particolari in città, ma non sono mancati gli incidenti. Fuori strada causa asfalto viscido. Uno si è verificato nel primo pomeriggio lungo via Riglio, con intervento dei vigili del fuoco per mettere in sicurezza l’auto a gpl. E l’altro, intorno alle 17, in via Giuseppina, alle porte della città. Ferite lievi per i coinvolti.

 

Comune ed AEM sono da giorni già in allerta. Dal primo pomeriggio di giovedì 5 febbraio l’assessore al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini e il dirigente del Settore Lavori Pubblici Marco Pagliarini, insieme a Massimo Siboni, presidente di Aem Spa, hanno seguito da vicino l’evolversi della situazione meteorologica e delle strade e marciapiedi cittadini. Nel ultime ore, sono stati messi in azione tutti gli spargisale. In serata potrebbe essere necessaria l’uscita delle lame. Sono a disposizione 7 spargisale grandi montati o trainati, 2 spargisale piccoli, 50 lame spartineve di varie dimensioni, 17 squadre manuali con piccole attrezzature, 8 mezzi per lo sgombero che possono essere incrementati in caso di necessità. In base alle previsioni meteorologiche, si attendono nelle prossime ore circa 25/30 centimetri di neve. Oltre a raccomandare ai cittadini la massima prudenza e a segnalare alcuni consigli utili disponibili sul sito, il Comune di Cremona e Aem assicurano massimo impegno nel continuare a monitorare e a lavorare per rendere percorribili strade e marciapiedi e controllare eventuali pericoli dovuti all’accumulo di neve. Comune e Aem riservano, inoltre, particolare attenzione alla formazione del ghiaccio su strade e marciapiedi.


Ulteriori utili indicazioni sono presenti sul sito del Comune.

 

Come previsto dal Piano Neve comunale da giorni, grazie ad AEM, la distribuzione capillare del sale nei centri anziani e negli oratori per la successiva consegna ai cittadini che ne facciano richiesta, oltre che nelle scuole. Viene raccomandato di non parcheggiare le automobili in strada per agevolare le operazioni di sgombero della neve.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

05 Febbraio 2015

Commenti all'articolo

  • DAVIDE

    2015/02/05 - 18:06

    Sono passato poco fa in un importante oratorio cittadino chiedendo parte dle sale che hano avuto in dotazione. La dotazione di questo oratorio di poposa parrocchia ammonta a ben dieci, dico dieci, kilogrammi! Sottolineo che nessuino ne ha prelevato od imboscato: io sono stato il primo achiederlo. Dieci kili? Sono adeguati per il marciapiede che fronteggia l'oratorio, certamente, ma dovrebbero bastare per le numerose decine di strade della parrocchia. Cosa è successo? Era la caparra della fornitura o qualcosa è sfuggito al controllo?

    Rispondi

  • Luigi

    2015/02/05 - 17:05

    Attendiamo che domani la dott.ssa Picciafuochi si svegli, verso le nove, per sospendere almeno l'attività didattica. A Roma avrebbero chiuso le scuole già da oggi, in Calabria le scuole sono chiuse da una settimana. Qui si attende, non sia mai che i nostri ragazzi perdano anche solo un'ora di lezione, mentre i genitori rischiano la vita per accompagnarli a scuola. Noi lombardi siamo o non siamo i primi della classe?

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000