il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

La rete si mobilita: chiudere i centri sociali e cancellare il concerto dei 99 Posse

Dalla rabbia dei cremonesi nasce un comitato spontaneo sui social network

La rete si mobilita: chiudere i centri sociali e cancellare il concerto dei 99 Posse

I black bloc responsabili della guerriglia

CREMONA - La rabbia dei cremonesi corre sulla rete: nasce nei social network un comitato spontaneo per chiedere la chiusura dei centri sociali (Comitato per la chiusura dei centri sociali a Cremona).

Inoltre, è iniziata anche una raccolta firme per cancellare il concerto dei 99 Posse in calendario per giovedì 29 organizzato per Emilio.

Imbrattata, violentata e ferita, ancora un po’ spaventata dopo essere stata terrorizzata, Cremona osserva la sua devastazione e chiede, legittimamente, che quello scempio non rimanga senza colpevoli. Pretende una reazione politico istituzionale concreta e perentoria. Domanda si accertino responsabilità e si individuino, se ci sono, connivenze. Reclama denunce e arresti, visto che «chi ha sfasciato la nostra città non arrivava da Marte e nemmeno da un altro mondo».

La rabbia si urla in strada e si raccoglie sulle piazze virtuali: da Facebook a Twitter, è un’unica, anche tumultuosa, onda di indignazione. Con il sindaco, il questore e il prefetto nel mirino più di altri: «Fateci capire — il pensiero comune che si ripete sui social network —: questi vengono, spaccano, ci tengono in ostaggio e nessuno viene fermato? Non ci si sono arresti? Non ci sono denunce? Ma in che paese viviamo? Perché si è autorizzato il corteo?».

Al netto degli insulti, e delle ricorrenti pesantissime accuse al Dordoni e ai suoi militanti, al dibattito che si sviluppa in particolare sul gruppo ‘Non sei cremonese se...’, e che a metà pomeriggio registra anche la nascita di un ‘comitato per la chiusura dei centri sociali’, partecipano pure l’ex vicesindaco e l’ex assessore alla Sicurezza della giunta Perri, Roberto Nolli e Alessandro Zagni. Nolli punta Galimberti: «Ora Galimberti e i suoi pacifisti democratici fanno gli indignati: urlano al lupo e agli sciacalli. Vergogna! Loro sono i mandanti politici ed è ora che cadano le loro teste. I cremonesi si uniscano e firmino una petizione per chiederne le dimissioni. Ora o mai più».

Zagni: «Quando si svolgono manifestazioni come quella di sabato 24, un questore si consulta sempre con il sindaco per decidere su autorizzazione, modalità di svolgimento, precauzioni. Ora non si giochi allo scaricabarile: sono entrambi responsabili. Il questore operativamente e il sindaco sul piano politico. Non si è opposto alla manifestazione perché nella maggioranza che lo sostiene ci sono i partiti e i gruppi che hanno sfilato?».

 

26 Gennaio 2015

Commenti all'articolo

  • marco

    2015/01/27 - 11:11

    Ma come ragiona lei signora o signorina Selene questo dimostra che nn ha capito la gravita della cosa!!!

    Rispondi

  • DAVIDE

    2015/01/26 - 19:07

    Concordo: chiusura del Dordoni e niente concerto. Abbiano cose più serie di cui occupartri e preoccuparci; non sentiamo il bisogno di avere anche questi problemi.

    Rispondi

  • Alessandro

    2015/01/26 - 14:02

    Ne Destra ne Sinistra, qui non è questione di politica. Quel che è accaduto durante la manifestazione è stato un attacco pianificato, organizzato, militare, in pieno stile TERRORISTICO ! CHIUDERE SUBITO i centri che ospitano, organizzano, giustificano ideologie che portano al terrorismo nero, rosso ed eversivo! Chiudere subito tutti i centri sociali, neri, rossi o arcobaleno, la gente vuole vivere in pace, vuole manifestare in pace, vuole esprimere le proprie idee nel rispetto della libertà di tutti. C'è stato un pestaggio, che paghino i colpevoli, non la città intera ! Ci sono i fascisti, c'è una legge, la Scelba, che venga applicata ! C’è gente con spranghe e bastoni che fanno il loro comodo, che vengano ingabbiati ! Io abito in centro e sabato ho dovuto spiegare a mia figlia di 3 anni, perché con una bella giornata di sole non si poteva uscire di casa……ma vi rendete conto ? I 99Posse che se ne stiano a Napoli, non vogliamo altra benzina sul fuoco!

    Rispondi

  • Alessandro

    2015/01/26 - 14:02

    Io chiuderei centri sociali, casapound, Zagni, Perri e Galimberti. Questa pagliacciata di far nascere un comitato per chiudere SOLO i centri sociali, sono però gli stessi che NON HANNO DETTO UNA PAROLA per il tentato omicidio di domenica scorsa. Quindi uomini in nero = uomini in rosso chi la prende in quel posto sono i NORMALI CITTADINI.

    Rispondi

  • Selene

    2015/01/26 - 12:12

    Ma come ragiona la gente??? Ora; capisco che ciò che è successo sia vergognoso, ma da lì a vietare concerti e chiudere i centri sociali.... ce ne passa. E' giusto che i colpevoli vengano puniti, ma facciamo di tutta l' erba un fascio? Dov' è la democrazia? In Italia (e soprattutto a Cremona) ci deve essere solo un unico orientamento? Dobbiamo remare tutti dalla stessa parte? E' facile aprire gruppi sui vari network dove accusare giunta, prefettura, sindaco e farne politica contro!! Ma soprattutto, è facile creare gruppi per fare delle richieste senza senso. Cosa risolvereste a far chiudere TUTTI i centri sociali ed a vietare i concerti? Semplicemente che dimostreremmo di essere la solita città ottusa e bigotta!

    Rispondi

    • francesco

      2015/01/27 - 15:03

      I centri sociali sono covi di violenti e delinquenti per cui vanno chiusi. Non possono accampare scuse dicendo che chi ha messo a ferro e fuoco la città si sono infiltrati. Era tutto pianificato: Tutti hanno visto che questi sgnori con mazze, passamontagna e zaini pieni di materiale per distruggere sono partiti dalla via Mantova. Va vietata qualsiasi manifestazione organizzata da questi signori.

      Rispondi

    • Fabio

      2015/01/26 - 14:02

      Selene: forse lei non ha ancora capito che,quello di giovedì,non è proprio un concerto alla "Albano e Romina"........ perchè,lei,trova ancora scuse per non chiudere il Dordoni?Immagino che non abiti da quelle parti e che le "sue"vetrate siano tutte ancora intatte!...

      Rispondi

    • xxx

      2015/01/26 - 14:02

      signora o signorina Selene...si documenti bene cosa predicano nei centri sociali e poi se ne potrà discutere sul "tutta l'erba un fascio"... sulla questione se vietare o meno i concerti,bisogna capire prima lo scopo di alcuni concerti..... prevenire è meglio che curare..

      Rispondi

Mostra più commenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000