il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Tre carabinieri feriti in ospedale
Il sindaco: vigliacchi e delinquenti

Galimberti: la risposta sarà immediata, durissima e i colpevoli dovranno assumersi le proprie responsabilità

Tre carabinieri feriti in ospedale
Il sindaco: vigliacchi e delinquenti

La sala operativa del comando della polizia municipale

CREMONA - Dalle ultime notizie risultano tre carabinieri feriti agli arti inferiori e ricoverati in ospedale.

Non si è poi fatta attendere la dichiarazione del sindaco del Comune di Cremona, Gianluca Galimberti: "Eravamo con l'Unità di crisi del Comune di Cremona alla centrale operativa della Polizia locale quando vigliacchi delinquenti hanno portato un attacco al comando, dopo aver riversato la loro violenza stupida in altri luoghi della nostra città e aver riempito di fumo di odio le case dei nostri cittadini, parenti e amici. Nessuno, ribadiamo nessuno, ha permesso questo corteo pieno di violenza. L'autorizzazione di tale manifestazione non rientra giuridicamente tra le competenze del Comune di Cremona. Ciò che abbiamo potuto fare è stato, in accordo totale con le altre istituzioni e le forze dell'ordine, lavorare per limitare il più possibile i danni. Ringraziamo il questore, il prefetto, i comandanti di carabinieri e finanza, il nostro comandante della polizia locale e tutti gli agenti e i militari che con alta competenza ed enorme spirito di servizio hanno svolto oggi un grandissimo e faticosissimo lavoro. La risposta sarà immediata, durissima e i colpevoli dovranno assumersi le proprie responsabilità. Ora pensiamo a risolvere i danni provocati e soprattutto riprendiamo con forza il cammino intrapreso per il rilancio della città. Avvoltoi e sciacalli smettano in questo momento di speculare e, come abbiamo fatto noi, giorno e notte negli ultimi giorni, e anche oggi, accanto alle istituzioni democratiche e alle forze dell'ordine della città rimettiamoci tutti insieme a lavorare per un città democratica, città della pace"

24 Gennaio 2015

Commenti all'articolo

  • marco

    2015/01/28 - 11:11

    forse il sig. ALBERTO (ingenuo o comunista) non sa che il via alla devastazione è stato dato proprio da quelli del Dordoni!!!! Smettiamola di difendere dei vigliacchi senza pa.......!!!!!!! STOP AI CENTRI SOCIALI E ALLE LORO IDEE IGNORANTI

    Rispondi

  • Fabio

    2015/01/25 - 12:12

    Il sindaco ha la coda di paglia,quando dice che non è l'ora delle polemiche.....Doveva pensarci prima!Sindaco,poche balle!.....Questo non è stato l'esperimento delle "onde blu" di corso Garibaldi...Hai sulla coscienza quello che è successo,insieme alla tua giunta ed al prefetto.Dimettetevi,ma prima chiedete scusa alla città ed ai cremonesi.

    Rispondi

  • arcelli

    2015/01/25 - 11:11

    A casa te e tua giunta amica e di casa al Dordoni

    Rispondi

  • arcelli

    2015/01/25 - 11:11

    Ma vergognati Galimberti e dimettiti tu e l'inutile giunta. Avete benedetto voi i pacifici manifestanti con foto,riunioni e dichiarazioni varie. Lo sapevano anche i bambini che finiva cosí,ci son foto aeree che dimostrano la presenza di questi bravi ragazzi tra i pacifici pagliacci dei centri sociali,quindi tollerati e sponsorizzati. Stia almeno zitto per decenza e rispetto di 70.000 suoi concittadini che se potessero,li sentirebbe molto arrabbiati con lei. Danni,sfregi,giornata di shopping bruciata x la sfilata della vergogna e della violenza. Vada via coi suoi amici del Dordoni e i suoi esponenti che han partecipato a questo circo

    Rispondi

  • mario

    2015/01/25 - 11:11

    Cominciamo a sfrattare il "Dordoni" (ma poi pagano l'affitto dei locali di proprietà comunale, oppure è tutto gratis?).

    Rispondi

Mostra più commenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000