il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Tassa sui rifiuti, rifatti i calcoli

Le utenze domestiche pagheranno un po' di più

Tassa sui rifiuti, rifatti i calcoli

Veduta panoramica della città

CREMONA - Le 30mila famiglie cremonesi pagheranno un po’ di più per la Tari (ma sempre meno rispetto alla Tarsu dell’anno scorso); commercianti, artigiani e i cosiddetti utenti non domestici’ pagheranno invece un po’ di meno. E’ questa la conclusione immediata che deriva dalla correzione delle aliquote Tari che — da quanto emerso qualche settimana fa — erano state invertite. L’anno prossimo sarà possibile applicare le aliquote secondo la pesatura reale: dunque, i domestici pagheranno un po’ meno, gli altri un po’ di più. 

Il sindaco Galimberti, l’Assessore alle Risorse, all’Innovazione e alla Digitalizzazione Maurizio Manzi, l’Assessore al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini e l’Assessore al Welfare di comunità Mauro Platè hanno incontrato, nel pomeriggio di giovedì 11 dicembre, i rappresentanti dei sindacati Cgil, Cisl e Uil sulle novità emerse in merito alla Tari. Il sindaco ha esposto ai sindacati la volontà della Giunta di porre la massima attenzione alle conseguenze della rimodulazione delle tariffe sulle utenze domestiche. L’Assessore Manzi ha illustrato la rettifica per mero errore materiale della delibera sulla Tari, la sospensione della terza rata (che sarà da pagare insieme al conguaglio in due rate a marzo e aprile 2015) e l’applicazione delle pesature a partire dal prossimo anno. Un focus è stato fatto proprio sulla categoria di utenti domestici. L’Assessore ha comunicato ai sindacati che, rispetto alla Tarsu 2013, con la redifinizione delle tariffe, circa 20.200 famiglie composte da 1 o 2 componenti avranno una diminuzione media variabile da 10 a 40 euro. Circa 8.400 famiglie composte da 3 o 4 componenti avranno un aumento medio variabile da 25 a 60 euro. Circa 1.000 famiglie con un numero di componenti superiore a 4 avranno un aumento medio di circa 100 euro. Un incontro fruttuoso e costruttivo che ha dato il via ad un percorso di condivisione sul tema Tari, sul fondo di sostegno di 100mila euro (che viene mantenuto) e sulle questioni riguardanti rifiuti e inceneritore.

 

11 Dicembre 2014

Commenti all'articolo

  • Francesco

    2014/12/12 - 08:08

    Tutto, naturalmente, a beneficio delle famiglie numerose, alle quali il nostro sindaco, cattolico apostolico romano, dimostra di rivolgere particolare attenzione ... Francesco Cignoni

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000