il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Preso con mezzo chilo di 'fumo', nei guai un 18enne

Arrestato dai carabinieri in centro città, il ragazzo appartiene alla 'Cremona bene'

Preso con mezzo chilo di 'fumo', nei guai un 18enne

Un'auto dei carabinieri

CREMONA - Venti grammi di marijuana li aveva addosso. Il grosso della droga, invece, lo custodiva a casa: quattro etti di hascisc e quarantacinque grammi di erba. Il tutto corredato non da una ma due bilancini di precisione. Tanto per essere sicuro di poter in ogni momento confezionare ‘stecche’ e dosi.

 

Questi i presupposti che nel pomeriggio di lunedì 8 dicembre hanno portato dietro le sbarre dalla camera di sicurezza della caserma Santa Lucia di viale Trento e Trieste, un cremonese di 18 anni, O.N., un giovane di buona famiglia, insospettabile, per quanto può valere ancora questo aggettivo, visto il dilagare in tutte le fasce di età e i ceti del consumo di droga.

 

L’ennesimo arresto si deve ai militari della stazione di Vescovato, che spesso, soprattutto nei giorni festivi, entrano in azione in città per garantire servizi di controllo del territorio. I militari, mentre si trovavano in centro città, hanno notato il 18enne insieme ad alcuni amici. Forse il ragazzo si è tradito con qualche comportamento anomalo. Forse sono stati gli altri ragazzi a comunicare con lui in maniera tale da alimentare i sospetti. Quel che è certo è che i militari guidati dal Adriano Garbino sono intervenuti e nel corso della perquisizione è spuntata l’erba.

 

Tappa successiva la casa del giovane dove, probabilmente sotto gli occhi dei genitori allibiti, c’è stata la perquisizione, anche quella non a vuoto. Anche perché oltre al resto della droga sono spuntati circa 1.200 euro che i miltari considerano frutto dello spaccio. Insomma, un quadro univoco che ha fatto scattare l’arresto e il sequestro del quasi mezzo chilo di droga. Martedì 9 dicembre in tribunale si è svolta l’udienza di convalida dell’arresto e poi il processo, per direttissima.

 

Il ragazzo ha patteggiato diciotto mesi di reclusione. Pena sospesa grazie alla condizionale. dopo la sentenza è tornato a casa.

09 Dicembre 2014

Commenti all'articolo

  • mario

    2014/12/10 - 13:01

    Perché scrivere "Cremona bene"? Esiste anche una "Cremona malfamata"? In tal caso capovolgete le definizioni, dati i comportamenti dei loro componenti. Risponde la Redazione web: la definizione serve a far comprendere il contesto sociale in cui vive il 18enne arrestato, cioè non ai margini delle società.

    Rispondi

    • koglione

      2014/12/10 - 16:04

      proprio quello che scrive la redazione dovrebbe costituire un' aggravante, comunque, per figli della Cremona bene e immigrati esiste una sorta di impunità? sarà vero che i 2 mondi sono intrecciati? vedi Roma.

      Rispondi

  • koglione

    2014/12/10 - 11:11

    spaccio di droga 18 mesi con la condizionale? siamo messi bene, o forse era della cremona molto bene? quella che la fa franca comunque. Emerito Koglione.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000