il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Revisioni, è giro di vite. Telecamere nelle officine

Nuovo software e occhi elettronici per evitare raggiri

Revisioni, è  giro di vite. Telecamere nelle officine

CREMONA - Software per prenotare in maniera certificata il controllo periodico (e obbligatorio) del veicolo (il primo a quattro anni dall’immatricolazione, poi ogni due anni). Telecamere installate nelle officine abilitate. Passaggi più serrati lungo tutta la filiera che porta all’applicazione del ‘bollino’ sul libretto di circolazione. Scatterà tra qualche settimana anche a Cremona il giro di vite sulle revisioni dei veicoli. Con l’inizio del nuovo anno, infatti, il ministero dei Trasporti ha disposto l’avvio di un nuovo regolamento che cambia in maniera radicale le procedure da seguire durante la revisione di moto, scooter e auto. L’obiettivo dichiarato è quello di contrastare truffe e finte revisioni. Le nuove misure riguardano, tra Cremona e provincia, almeno una quindicina di officine autorizzate. In realtà il giro di vite è iniziato da tempo. Tra le prime misure adottate, c’è stata l’abolizione dei timbri per l’aggiornamento della carta di circolazione (sostituiti dalla stampata di un modulo adesivo). In queste settimane è stata la volta del varo del nuoco software di prenotazione. Il nuovo meccanismo renderà impossibile emettere un tagliando per una revisione non prenotata in precedenza. E non è tutto: l’inserimento dati nel sistema informatico della Motorizzazione Civile sarà effettuato entro un’ora dalla revisione. Soltanto una volta percorso l’intero percorso, senza intoppi, sarà stampato il tagliando da incollare al libretto. Per azzerare il mercato nero, ogni prenotazione sarà legata a un conto corrente. Ciliegina sulla torta, le telecamere da montare nelle officine. Proprio così: i centri autorizzati, per poter continuare a volgere le revisioni dovranno presto installare ‘occhi elettronici’ in grado di scansionare la targa dei veicoli sottoposti a revisione. In pratica, con questi controlli incrociati, sarà impossibile far passare la revisione a un veicolo vecchio attribuendogli i risultati ottenuti sui macchinari da un veicolo più recente.

22 Novembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000