il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Il centrosinistra si spacca sui matrimoni gay

Due mozioni, una presentata dai democratici e dalla lista Fare nuova la città e l'altra da Sel

Il centrosinistra si spacca sui matrimoni gay

CREMONA - Sia il sindaco a decidere: è il senso della mozione presentata dai gruppo consiliari del Pd e di Fare nuova la città sulla trascrizione dei matrimoni gay celebrati all’estero. Dopo un’articolata premessa storico-normativa, il dispositivo finale, con la richiesta al sindaco e alla giunta "di esercitare in tutte le forme consentite dalla legge e tramite ogni opportuno canale istituzionale un’azione di sollecito affinché in tempi altrettanto rapidi Governo e Parlamento portino a compimento l’iter legislativo attualmente in corso per l’emanazione di una norma specifica che regoli le unioni di fatto e le trascrizioni dei matrimoni di persone dello stesso sesso celebrati all’estero».

La lista Sinistra per Cremona ha invece presentato una sua mozione.

Leggi di più su La Provincia di martedì 18 novembre

17 Novembre 2014

Commenti all'articolo

  • MASSIMILIANO

    2014/11/26 - 20:08

    in Consiglio Comunale a Cremona domani approderanno le mozioni sulla richiesta di trascrivere i matrimoni tra lo stesso sesso contratti all'estero nell'ordinamento legislativo italiano, o meglio, dell’approvazione di un Registro delle Unioni Civili a Cremona. Vorremmo fare una domanda alle istituzioni pubbliche locali che domani saranno chiamate al confronto e alla discussione: di che cosa si vuole davvero discutere? «L’unione civile non è un matrimonio più basso, ma la stessa cosa. Con un altro nome per una questione di realpolitik» - Ivan Scalfarotto, Esponente del PD, Sottosegretario di Stato al Ministero delle Riforme costituzionali e Rapporti con il Parlamento nel Governo Renzi - Repubblica 16 ottobre 2014. Se è di questo allora che si sta discutendo, cioè arrivare prima o poi al matrimonio tra persone dello stesso sesso usando scappatoie, ci permettiamo di sottolineare alcuni punti. L'unione di due persone, secondo l'ordinamento giuridico italiano, trova pieno

    Rispondi

  • arcelli

    2014/11/18 - 01:01

    ecco la sinistra finta riformista che si spacca persino su atti che non hanno alcun valore legale e giuridico.Son davvero coerenti e se litigano su questioni che si arrogano da anni,figuriamoci su quelle concrete e comuni che interessano di più i cittadini............siete ridicoli ,ipocriti e falsi moralisti

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000