il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Sfollati i 170 abitanti di Sommo

La nuova piena prevista per stanotte

Sfollati i 170 abitanti di Sommo

SAN DANIELE PO - Nonostante la piena non stia per entrare in Sommo, il sindaco Davide Persico, in rispetto dell'ordinanza di evacuazione, ha fatto sfollare i 170 abitanti di Sommo. Tutti hanno trovato una sistemazione abitativa per la notte tranne tre che sono stati ospitati nell'ex scuola di san daniele e un'anziana disabile che è stata ospitata nella casa albergo comunale. 

 

La nuova onda di piena del Po, di livello 3 di criticità (criticità elevata), si sta propagando nel tratto lombardo-emiliano del fiume.

Il colmo ha transitato a Ponte Becca intorno a mezzanotte con 5,23 m sullo zero idrometrico, oltrepasserà Piacenza entro il pomeriggio di oggi 17 novembre con valori stimati attorno ai 7,55 metri sullo zero idrometrico e Cremona nella serata di oggi 17 novembre con valori intorno a 4,50 m, leggermente inferiori a quanto in precedenza previsto.

Oltre alle golene aperte, tuttora in larga parte allagate, anche le golene chiuse secondarie possono essere interessate dalla piena, mentre per quelle principali il franco risulterà notevolmente ridotto; alcune di esse sono state interessate (come a San Rocco al Porto e a Luzzara) e altre lo potranno essere.

Mentre si sviluppa questo nuovo incremento, permane un livello di criticità elevata (livello 3) nel tratto tra Casalmaggiore e il mare Adriatico, sia per i livelli attuali che per quelli previsti.

Il servizio di piena centrale e le strutture territoriali di AIPo sono impegnati nelle attività di previsione e monitoraggio e proseguono la vigilanza e il controllo delle arginature e delle opere idrauliche, con la collaborazione degli enti locali e dei volontari di protezione civile.

Tutte le operazioni in corso sul territorio sono svolte in stretto coordinamento tra tutti gli Enti facenti parte dei sistemi di protezione civile regionali e locali.

Si richiama la necessità di assoluta prudenza nei pressi delle aree prospicienti il fiume e in generale in relazione a strutture o attività che possono essere interessate dalla piena. Si invita ad attenersi scrupolosamente alle prescrizioni delle Autorità locali, di protezione civile e delle forze dell’ordine, a non ostacolare le eventuali operazioni, a restare informati sull’evolversi della situazione e sulla viabilità.

 

Clicca qui per vedere foto e video dei lettori

 

17 Novembre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000