il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Promotore finanziario si toglie la vita

Il dramma forse innescato da preoccupazioni legate all'attività

Promotore finanziario si toglie la vita

CREMONA - Ha scritto un biglietto d’addio e di scuse destinato ai famigliari e poi, approfittando di un momento di assenza di moglie e figlio, è sceso in cantina e si è tolto la vita impiccandosi. La tragedia si è consumata giovedì 30 ottobre e la vittima è un cinquantenne promotore finanziario cremonese. Stando ai primi accertamenti, al netto dei dubbi che ancora caratterizzano un’indagine appena all’inizio, e nel rispetto di un dramma che al momento risulta essere solamente personale, la scelta di farla finita potrebbe essere legata a preoccupazioni collegate all’attività di broker, intrapresa dopo diversi anni di impiego in banca. Di sicuro, ad aggiungere dolore a dolore il fatto che a trovare il cadavere sia stato il figlio: non vedendo il papà nella sua camera da letto, forse insospettito, è sceso nello scantinato e si è scontrato con la porta chiusa dall’interno. A quel punto, con presagi sempre più sinistri, ha avvisato la madre ed è stata allertata la polizia: erano le quattro del mattino e sono stati i vigili del fuoco, con il personale del 118 al fianco, a forzare il portone. Per il professionista non c’era già più nulla da fare. Se non constatare il decesso e informare la procura della Repubblica. 

31 Ottobre 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000