il network

Mercoledì 20 Settembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Origin - Dan Brown
Museo Guggenheim di Bilbao, una conferenza e un relatore speciale...

Origin - Dan Brown

 

Blog


CREMONA

Nozze gay, il M5S 'incalza' il sindaco

'Trascrizione nei registri di Stato civile dell’anagrafe di Cremona'

Nozze gay, il M5S 'incalza' il sindaco

CREMONA - Le polemiche sulle nozze gay arrivano a Cremona. Il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Maria Lucia Lanfredi, ha presentato una mozione in cui chiede al sindaco e alla giunta di introdurre “la trascrizione dei matrimoni di persone dello stesso sesso celebrati all’estero nei registri di Stato civile dell’anagrafe di Cremona”.

La mozione con cui il Movimento 5 Stelle propone di istituire a Cremona il registro per le coppie gay che si sposano all'estero ha suscitato le immediate reazioni dei partiti. Lega, Forza Italia e Nuovo centrodestra bocciano la richiesta. "Una schifezza", la definisce il capogruppo del Carroccio Alessandro Carpani. Aperture invece da Filippo Bonali, rappresentante della Sinistra per Cremona: "La mia lista e' sensibile a questi temi. Ne discuteremo tra di noi".

21 Ottobre 2014

Commenti all'articolo

  • arcelli

    2014/10/22 - 11:11

    io di perbenismi non ne voglio sentire dal momento che io stesso sono omosessuale e non è così che si affrontano e risolvono questi temi.Cremona è una città in caduta libera come ordine pubblico,decoro e occupazione e battersi per una mera questione ideologico-politica non mi sembra priorità,oltretutto lo sanno pure i bambini che serve una legge nazionale e nessun atto sarebbe valido e avrebbe valore legale.Finiamola con queste pagliacciate dunque,a Cremona,città piccola e bigotta si iscriverebbero forse 1-2 coppie dei centri sociali o dell'Arcigay.Occupatevi di strade disastrate,famiglie senza lavoro,sporcizia e degrado ovunque e non di questa inutile e patetica bandierina politica.E non ve lo dice un omofobo ,ma un GAY

    Rispondi

  • Tullio

    2014/10/21 - 12:12

    Cerchiamo di dimostrare di avere una marcia in più rispetto al resto d'Italia e accettiamo il fatto che le coppie gay ci sono e devono essere regolamentate. Mettere la testa sotto terra come gli struzzi non giova a nessuno e nascondersi dietro commenti quali "una schifezza" dimostra di voler rimanere statici e non volersi rinnovare.

    Rispondi